Michael Schumacher, Condizioni di Salute: “é in Stato Vegetativo”

Sin da quando è avvenuto quello sfortunato incidente sugli sci, le condizioni di salue di Michael Schumacher sono sempre state mantenute segrete. Sua moglie Corinna ha sempre chiesto riservatezza in un lodevole tentativo di proteggere suo marito. Ad oggi però, il neurologo Erich Riederer fa sapere che il campione tedesco è in stato vegetativo.

Una immagine dell’iconico Michael Schumacher. Fonte: Pinterest

Le attuali condizioni di salute di Michael Schumacher

In questo periodo si sta girando in Francia un documentario sulla leggenda in rosso, Michael Schumacher, colui che è stato il pilota più vincente di sempre e che ha fatto appassionare al motorsport intere generazioni. Nulla ha mai fermato il Kaiser, fino all’incidente sugli sci del 2013.

Da allora Corinna Schumacher gli è sempre rimasta accanto, mantenendo il riserbo sulle sue condizioni di salute ed interpellando i migliori medici. I fan sono rimasti virtualmente accanto a lei, accettando le sue condizioni di segretezza ed aggrappandosi ad ogni “notizia shock” che facesse trapelare un miglioramente, seppur lieve. La realtà, però, è che il Kaiser è in stato vegetativo da ormai sette anni e le speranze di rivederlo come ce lo ricordiamo si affievoliscono.

“Michael Schumacher è sveglio, respira, il suo cuore batte, probabilmente può sedersi e fare piccoli passi con aiuto, ma non di più. Credo che questo sia il massimo che possa fare-, rivela il neurologo Erich RiedererPenso che sia in uno stato vegetativo, il che significa che è sveglio ma non risponde”.

Una simile informazione è preoccupante, poichè significa che il danno è irreversibile.

Corinna: “Michael, grazie”

Sua moglie però non dimentica il passato e continua ad accudirlo amorevolmente, non arrendendosi mai e continuando ad interpellare i migliori Professori di neurologia per cercare di assistere Schumacher al meglio.

In un raro momento “social”, Corinna rompe il silenzio e si prende un momento per ringraziare il marito, ricordando quando lui, consapevole della sua passione per i cavalli, le aveva regalato 40 esemplari.

“Quando avevo 30 anni desideravo moltissimo avere un cavallo e Michael venne con me a Dubai perché volevo comprare un purosangue arabo. Oggi mi rende felice vedere mia figlia poter fare ciò che ama e aver già raggiunto il successo. Ma non dimentico chi devo ringraziare di tutto questo, ovvero mio marito” racconta. Mentre Mick segue le orme del padre in pista, infatti, Gina Maria segue quelle della madre “Mi disse che un giorno Gina Maria sarebbe stata più brava di me e la cosa allora non mi piacque molto. Io lavoravo giorno e notte con i cavalli cercando di capire tutto. Ma lui diceva che ero troppo carina e che Gina invece aveva più polso e carattere e questo mio marito l’aveva intravisto. Potete stare certi che è nelle migliori mani possibili e che stiamo facendo di tutto per aiutarlo. Vi preghiamo di comprendere che stiamo seguendo le volontà di Michael nel mantenere riservato un argomento così delicato come la sua salute»

A prescindere dal presente e dal futuro, Michael Schumacher nel passato ha costruito un’epoca e la sua famiglia ed i suoi fan gli rimarranno accanto, qualunque cosa accada.

Migliori Bookmakers AAMS

Sito scommesseCaratteristicheBonusVai al sito
Eurobet10€ Bonus Scommesse al DepositoBonus Scommesse fino a 215€ Vai al sito
SNAIBonus 15€ Gratis alla RegistrazioneBonus 100% fino a 300€ sul primo deposito Vai al sito
Starcasino ScommesseFino al 300% Bonus Multipla ScommesseBonus Fino a 1000€ Vai al sito

Informazioni sull'autore
Classe 1990, mi sono laureata in Lingue a Bari (ne parlo 4) e appassionata di sport da sempre (ho fatto equitazione per un bel po'). Sin da bambina ho sempre avuto il sogno di diventare una giornalista sportiva. Gli sport che amo di più sono equitazione, pattinaggio su ghiaccio e il motorsport a 360 gradi. Il mio preferito? La Formula 1, ovviamente.
Tutti i post di Silvia Giorgi