Ligue 1, Marsiglia-Lione 2-3: match intenso e colmo di batti e ribatti, decide Depay solo al 90′

Il Lione di Bruno Genesiò si aggiudica il big match in casa dell‘Olympique Marsiglia di Rudy Garcià valevole per la 30^ giornata-11^ del girone di ritorno-della Ligue 1, 2-3 il risultato finale.

Al Velodrome va in scena la grande sfida fra le eterne seconde del calcio francese-il Paris Saint-Germain è ormai inarrivabile quantomeno in patria-sfida intensa fin da subito, con i padroni di casa arrembanti, che prima invocano un improbabile penalty e poi van vicini al gol con il destro di Dimitri Payet alto di poco.

La reazione ospite non tarda ad arrivare, Lione pericolosissimo in particolare al 27′ con una grandissima giocata del numero 10 Bertrand Traoré, il giovane scuola Ajax si beve un difensore avversario e piazza un bel piattone sinistro rasoterra che trova l’ottima opposizione di Steve Mandanda.

Il gol è nell’aria e arriva circa 3 minuti più tardi, quando i padroni di casa sbloccano il risultato con Rolando, che su azione da calcio piazzato spinge in rete la sponda di testa di Adil Rami.

Gli ospiti però non ci stanno e si rifanno sotto neanche 10 minuti più tardi con il numero 27, l’ivoriano Gnaly Maxvel Cornet, il cui gran sinistro a giro viene deviato sul palo da un ancora ottimo Mandanda, prima che Traoré cicchi clamorosamente il pallone, ma tanto era in posizione di offside.

Altri 2 giri d’orologio e gli ospiti trovano il meritato pareggio, con una caparbia azione sulla destra del numero 28 Tanguy Ndombele, che riesce di forza a districarsi dai difensori avversari prima di crossare a centro area e trovare la sfortunata deviazione di Rami, che la butta involontariamente nella sua porta.

Nella ripresa il copione non cambia nella sostanza, match sempre intenso e sbloccato dopo 6 minuti da inizio secondo tempo dal gran piattone destro di prima intenzione dal limite dell’area di Houssem Aouar, che si insacca inesorabilmente nell’angolino alla sinistra di Mandanda.

Fonte profilo “Twitter” ufficiale dell’Olympique Lyonnais

Gli ospiti tentano il controllo del match sfiorando il raddoppio con un bel tocco al volo di Traoré su azione da palla inattiva che trova ancora l’ottima risposta di Mandanda-uno dei migliori in campo al di là delle 3 reti subite.

La contro-reazione marsigliese non tarda ad arrivare, prima il gran destro da fuori area del solito Payet costringe il portiere ospite Anthony Lopes alla sua prima parata, ma 9 minuti dopo, all’84’, lo stesso estremo difensore portoghese non riesce a intercettare il colpo di testa vincente di Kostas Mitroglu, che capitalizza quindi al meglio un pallone vagante in area di rigore.

Ma c’è ancora tempo per l’ultima emozione, e la regalano gli ospiti, con il dominicano Mariano Diaz che allunga di testa un pallone a campanile servendo così in area Memphis Depay che a sua volta la spizza di testa e ne esce una traiettoria che lascia ancora una volta inebetito il povero Mandanda.

Il Lione sale così a quota 57 punti, e mantiene ben saldo il 4° posto che vuol dire Europa League ma insidia il 3° proprio al Marsiglia, soli 2 punti sopra, la lotta per la Champions League è quindi ancora aperta e perciò uno degli spunti di interesse ancora rimasti in questa Ligue 1, dove al PSG manca davvero poco per la certezza aritmetica dello scudetto.

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato