Lecce-Juventus 0-1, Allegri: “La squadra si è comportata bene. Champions? Si cade e ci si rialza”

Lecce-Juventus 0-1, le parole di Allegri: “Fagioli ha grande qualità, e deve giocare davanti alla difesa. Complimenti a tutti i ragazzi”.

La Juventus centra la terza vittoria consecutiva in campionato. Una perla di Fagioli consente ai bianconeri di battere il Lecce al “Via del Mare” e continuare la propria rincorsa verso le posizioni di vertice.

Buona prova della squadra di Max Allegri, che per la terza volta consecutiva in campionato non subisce gol. Il tecnico, nell’intervista post match a Dazn, ha fatto i complimenti ai suoi ragazzi, rimarcando la buona prestazione offerta,

Sulla prestazione – “La squadra oggi si è comportata bene. A parte l’ultimo tiro che abbiamo concesso al Lecce in cui siamo stati un pizzico fortunati. Potevamo far gol anche prima, abbiamo giocato una buona gara tecnicamente sin dall’inizio e nel secondo tempo abbiamo avuto più occasioni, ma l’importante oggi era vincere perché venivamo da una brutta batosta“.

Fagioli sta crescendo Lui ha grandi qualità, ma nel suo percorso è stato un po’ ‘imbastardito’. Io credo che il suo ruolo sia davanti alla difesa, ma deve imparare perché non lo ha mai fatto. Oggi ha avuto questa grande intuizione, ma è stato bravo anche Iling a dargli quella palla.

Complimenti ai ragazzi, soprattutto ai giovani – “Bravi anche Miretti, che non riesce a far gol, e Soulé, essendo alla prima da titolare. Devo anche ringraziare McKennie che alla fine del primo tempo non stava molto bene, Fagioli doveva entrare a partita in corso quando gli altri sarebbero calati per dare maggiore ritmo. Quindi bravi tutti i ragazzi, supportati da quelli anzianotti che erano in campo. L’obiettivo era salire a 22 punti e i ragazzi se lo sono meritati”.

Bravi a rialzarsi dopo la Champions – “Si cade e ci si rialza – le parole dell’allenatore -, l’importante è avere sempre coraggio. Le cose non possono andare sempre male, così come non possono andare sempre bene. Bisogna essere incoscienti e avere sana follia perché quando le cose vanno bene sono tutti bravi, ma bisogna affrontare anche la tempesta nel migliore dei modi. I ragazzi lo hanno fatto e siamo riusciti a switchare tra Champions e campionato, devo ringraziarli per quello che hanno fatto e ora ci passiamo una buona domenica. Incoscienza e sana follia vanno sempre tenute perché se si è sempre razionali non si va da nessuna parte. Bisogna riuscire a trovare equilibrio a livello mentale. Dal marzo dell’anno scorso non vincevamo tre partite di fila e stasera non era facile. Però ero fiducioso: intanto il 29 è il giorno del compleanno di mio figlio, e poi ho pensato a quando allenavo il Milan, dieci anni fa. Era questo giorno e vincemmo a Roma. Ho pensato che oggi giocavamo in trasferta contro una squadra giallorossa come quella volta”.

Miretti – “Miretti ha giocato tante partite, di testa è un giocatore affidabile. Poi uno può giocare bene o male, ma quando sei affidabile a livello mentale sei già avanti. Più giocatori si hanno di questo tipo e più è facile fare risultati. Quali sono i prossimi obiettivi? Intanto il primo era arrivare a 22 punti, così magari anche solo per mezz’ora siamo al quinto posto”.