Lazio-Milan 0-0, voti e pagelle: Acerbi insuperabile, Savic ci prova. Delude Suso, Piatek all’asciutto

Ecco i voti e le pagelle della redazione sulla sfida d’andata di Coppa Italia, che ieri ha visto all’Olimpico le due squadre concludere a reti inviolate, rimandando tutto al match di ritorno.

La prima semifinale d’andata di questa edizione della Coppa Italia, ha visto sfidarsi all’Olimpico, Lazio e Milangara terminata a reti inviolate, risultato che rimanda tutto al match di ritorno a San Siro. Nel complesso non è stata una gara di spessore dal punto di vista tecnico, con i rossoneri penalizzati dall’uscita di Kessié per infortunio hanno sofferto a centrocampo, soffrendo e subendo gli attacchi della Lazio. I ragazzi di Gattuso, sono riusciti comunque ad offrire una prestazione attenta in tutto il reparto difensivo, non subendo goal e a strappare un pareggio che gli consentirà di potersi giocare la qualificazione davanti al proprio pubblico.

VOTI E PAGELLE

I MIGLIORI

Acerbi 7- L’ex Sassuolo ha il merito di aver tenuto a bada il pistolero polacco, Piatek, sempre andato a segno in rossonero, insomma un cliente non facile. Acerbi è riuscito comunque a non concedergli nulla, anche se l’ex Genoa è stato poco servito dai compagni, ciò non sminuisce la grande prova di uno dei più forti difensori del nostro campionato.

Milinkovic Savic 6,5- Il centrocampista serbo è stato il più pericoloso degli uomini di Inzaghi, disputando una prova propositiva con diverse conclusioni da fuori che hanno impegnato Donnarumma.

Correa 6,5- E’ sempre presente nel gioco offensivo della Lazio, rispetto al suo compagno di reparto Immobile, cerca di più il goal e tiene in apprensione la difesa rossonera.

I PEGGIORI

Piatek 5,5- Il pistolero polacco ieri ha sparato a salve, senza riuscire ad andare in goal, un pò per l’ottima marcatura di Acerbi su di lui e anche per i pochi palloni ricevuti dai compagni.

Calhanoglu 5,5- Entra verso la prima mezz’ora al posto dell’infortunato Kessiè, parte bene, perdendosi poi col passare del tempo, non dando di conseguenza quel supporto necessario in fase offensiva alla squadra rossonera.

Suso 5- L’esterno offensivo spagnolo, è stato praticamente impalpabile  per tutto il match, mai incisivo. In gare come queste ci sarebbe voluto un suo guizzo per cambiare volto al match, invece offre l’ennesima prestazione deludente.