Juventus-Torino, Allegri: “Derby sempre una partita speciale. Tridente difficile, Bonucci sarà out”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby contro il Torino. Il tecnico bianconero ha definito il derby una gara speciale, sottolineando come quello di domani sarà anche complicato.

Domani alle ore 20:45 la Juventus aprirà all’Allianz Stadium la ventiseiesima giornata di Serie A ospitando il Torino nella sentitissima stracittadina.

La Juventus arriva a questo derby con il morale alto dopo aver pareggiato a Bergamo contro l’Atalanta nel finale conquistando un punto meritato, mentre il Torino vorrà riscattarsi dopo la sconfitta casalinga con il Venezia.

Quando si gioca il derby della Mole, la classifica conta poco e a far la differenza, oltre le qualità tecniche, saranno le motivazioni delle due squadre. Quest’oggi Massimiliano Allegri ha presentato il derby di domani in conferenza stampa, definendolo speciale: “Il derby è sempre una partita speciale. Giochiamo contro un Torino che ha un’anima da Toro e in questo è stato bravissimo Juric. Noi giochiamo in casa con lo stadio esaurito e avremo bisogno di loro. Sarà una partita complicata contro la terza squadra che gioca nello stesso modo speriamo di aver imparato qualcosa dalle prime due”.

Allegri è poi tornato sul pareggio di Bergamo, con il tecnico bianconero che ha ribadito come la squadra abbia fatto bene e conquistato un punto importante. Per arrivare al quarto posto, Allegri è conscio di dover fare ora un filotto di vittorie, ma non disprezza il pareggio poiché secondo il tecnico livornese per un punto si vincono e si perdono i campionati o si retrocede. Allegri ha sottolineato come anche a lui piacerebbe vincere sempre, ma che anche un punto può essere importante.

Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo, Allegri ha ancora dei dubbi da sciogliere, ma fatto capire che difficilmente punterà sul tridente offensivo, annunciando poi l’assenza di Bonucci: “Domani è una partita complicata, non so se schiererò tre davanti. Non ci sarà Bonucci, perché ha un risentimento al polpaccio vediamo se ci sarà martedì. Bernardeschi non è ancora pronto e non possiamo rischiare di perderlo ha un’infiammazione all’adduttore un po’ al pube e non vogliamo rischiare. Chiellini out, Chiesa out e Danilo squalificato”.

Tornerà in campo dal primo minuto, invece, Cuadrado che a Bergamo è entrato solo nel secondo tempo, con il colombiano che agirà come terzino destro. In avanti sono in ballottaggio Kean e Morata, con Allegri che ha dichiarato come il primo sia in condizione e pronto a partire dal 1′. Potrebbe esserci una chance anche per Pellgrini, con Allegri che si è detto contento del suo rendimento e lo vede in buona condizione.

A domanda sul se veda uno spirito da Juventus, Allegri ha risposto come la squadra stia ragionando più di collettivo, mettendo da parte gli obiettivi personali e pronta a raggiungere quelli designati per questa stagione: “Si sono messi da parte gli obiettivi personali e si ragiona da squadra. Ora ci conosciamo meglio e siamo più squadra con entusiasmo e voglia di tornare a vincere. Abbiamo obiettivi importanti e domani sarà importante per il proseguio del nostro campionato. Poi martedì avremo una partita importante contro il Villarreal che sarà molto diversa dalle nostre ultime partite”.

Ad Allegri è stato poi chiesto un commento sulla gara di Champions League di ieri sera tra Inter e Liverpool e se c’è ancora un gap importante con i top club europei. Il tecnico bianconero si è complimentato con i nerazzurri, affermando poi che in queste partite può succedere di tutto, anche se vede squadre come PSG, Bayern Monaco e Real Madrid favorite.

La Juventus ha numeri positivi in casa contro il Torino, ma Allegri ha avvisato che quando si gioca un derby anche le statistiche contano poco: “I derby non sono mai sbilanciati. Il Torino gioca i derby con il cuore. Per noi sarà una partita difficile perché loro vengono da due sconfitte, immeritata e domani saranno ancora più arrabbiati. Ci vorrà una bella prestazione per preparare al meglio la partita di martedì”.

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei