Juventus, riecco Pjaca: finalmente recuperato e niente nuova operazione

Dopo il brutto infortunio avvenuto a marzo, rottura del legamento crociato anteriore e menisco esterno del ginocchio destro, Marko Pjaca è pronto al ritorno in gruppo. Il calciatore croato, che ha già ricominciato a correre, tornerà anche ad allenarsi con la squadra la prossima settimana. 

“Ogni giorno dopo la sosta sarà quello buono per rivederlo in campo”, queste le dichiarazioni di Max Allegri prima del match con l’Atalanta. Parole reali quelle del tecnico, che già in questi giorni di allenamenti, durante la sosta delle nazionali, potrà contare sul suo numero numero 20. False le voci corse in giornata su un ipotetico intervento chirurgico che avrebbe dovuto sostenere il calciatore, l’ex Dinamo Zagabria ha, sì, accelerato la fase di recupero dall’infortunio, ma non con un’operazione, con una pulizia articolare effettuata tramite prelievo di liquido sinoviale dal ginocchio. Un po’ più lunghe, invece, saranno le tempistiche per rivederlo in campo, si parla di fine ottobre. 

Arrivato per una cifra molto importante, attorno ai 23 milioni di euro, Pjaca non è riuscito ancora a dimostrare tutto il suo valore. Un oggetto misterioso, quindi, il calciatore croato, che nella scorsa stagione ha collezionato 20 presenze, molte a gara in corso, collezionando un solo gol, contro il Porto. L’esterno, rimasto fuori dalla lista Champions, vuole giocarsi tutte le sue chance in campionato, consapevole della concorrenza da superare lì davanti, per dimostrare ad Allegri e ai tifosi bianconeri tutte le sue potenzialità.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi