Juventus – Olympiakos, per Allegri la vittoria è un obbligo

E’ un Allegri categorico e con poca voglia di parlare. La testa è rivolta al campo, l’unico posto dove si sentenzia il lavoro fatto in settimana.

Così, a 24 ore di distanza dal match con l’Olympiakos, brevi parole e ferme sul solo risultato possibile ed inequivocabile: la vittoria.

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus

Come la cerchi è ancora da decidere, perché rimane ancora qualche dubbio sulla formazione iniziale da schierare contro la formazione greca.

Certa la presenza di Matuidi e Pjanic come mediani davanti alla difesa. Dietro, invece, può esserci spazio per Sturaro terzino e Barzagli centrale, oppure Benatia al centro.

Gonzalo Higuain è in dubbio, rimangono ancora diverse ore e soprattutto la rifinitura di domani per sapere se sarà in campo.

Il tecnico livornese ha precisato come sia un suo dovere, da professionista, farsi trovare pronto per la sfida.

L’Olympiakos è una squadra molto veloce, a campo aperto può fare male.

Massimiliano non ha proferito altro verbo, se non lasciare la parola al veterano Barzagli per introdurre l’impegno di domani.

Quest’ultimo ha tenuto a precisare come l’impegno e la determinazione siano sempre uguali agli anni passati. Anzi si cerca sempre di migliorare, mano a mano che passano gli anni.

Sul primo posto non si è soffermato molto, preferendo concentrarsi solo sull’impegno di domani. Un passo alla volta.

A proposito della sua posizione in campo, non ci sono problemi sulla scelta che farà il mister.

Comunque, ha tenuto a precisare come ci vogliano gli incastri giusti per avere qualche possibilità di vittoria nella competizione. Infortuni, squadre da affrontare nella fase ad eleminazione, insomma, tutto deve girare nel verso giusto.     

 

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega