Juventus News: Siviglia e Inter campanelli d’allarme per Allegri

Le sconfitte contro Siviglia e Inter devono servire da monito per la Juventus di Massimiliano Allegri 

Juventus, campanelli d'allarme per Allegri
Allegri (Fonte: radiogoal24.it)

Il lunedì è sempre una giornata difficile, ma oggi lo è ancora di più per i tifosi bianconeri. Allegri lo aveva detto chiaramente nella conferenza stampa pre-partita: “La sfida con l’Inter è il primo snodo del campionato”.

Certo, siamo ancora alla quarta giornata di campionato e la Juventus resta comunque seconda in classifica e ad una sola lunghezza di distanza dal Napoli, ma il match di ieri sera è un sonoro campanello di allarme per Allegri, soprattutto perché arriva dopo lo scialbo e sterile pareggio – dovuto ad una prestazione mediocre e non a semplice sfortuna – maturato nell’esordio in Champions League contro il Siviglia.

Ma qual è la causa di questo recente calo? Questa è la domanda che in questo momento si stanno ponendo un po’ tutti. Potrebbe essere questione di formazioni sbagliate? Secondo Allegri no, il problema è stata la mancanza di umiltà. Effettivamente già contro il Sassuolo, nonostante la vittoria finale, si era vista una Juventus eccessivamente leziosa, fin troppo sicura di sé, che ha sbagliato tanti palloni semplici per cercare giocate inutilmente complesse e spettacolari. Anche contro l’Inter, subito dopo essere passati in vantaggio con la rete di Lichtsteiner, i bianconeri si sono rilassati troppo, hanno abbassato la guardia e sono stati rimontati.

A proposito della rimonta subita, vale la pena soffermarsi un attimo sui due gol subiti contro l’Inter, perché tra i problemi maggiori che stanno emergendo vi è anche una difesa traballante, non certo ai livelli delle passate stagioni. Ieri sera, la prima rete è stata presa da calcio d’angolo, ed è la terza volta dall’inizio della stagione, segno che c’è qualcosa da rivedere nella copertura sui calci piazzati. Il secondo gol, invece, è frutto di un erroraccio di Asamoah in fase di impostazione. Un’ulteriore conferma, magari, che anche l’assetto mentale della squadra non è dei migliori al momento.

La verità è che, forse, le ultime deludenti prestazioni sono la somma di tutti questi (più o meno) piccoli problemi, e magari anche di una stanchezza fisica che comincia a farsi sentire, quando si gioca un match quasi ogni 3 giorni. Vedremo se Allegri saprà ascoltare ed interpretare correttamente questi segnali di allarme: il tempo per intervenire c’è, ma potrebbe non essere abbastanza.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€