Juventus Napoli, aggiornamenti in tempo reale: partita annullata e 3-0 a tavolino

Aggiornamenti in Tempo Reale su Juventus Napoli: c’è ancora tanta incertezza sulla partita Juventus Napoli, big match della 3° Giornata di Serie A in programma questa sera alle 20:45 allo Stadium di Torino.

A poche ore dal calcio d’inizio previsto per la partita la Juventus è decisa a scendere in campo ma il Napoli non è ancora partito alla volta di Torino.

Il Napoli, ufficialmente bloccato dalla ASL ed in isolamento a causa dei casi di Covid, non partirà per la trasferta di Torino neanche nella mattinata di oggi.

CLICCA PER AGGIORNARE LA LIVE

Juventus Napoli: tutti gli aggiornamenti in tempo reale

Ore 21:40 Juventus-Napoli ufficialmente annullata

E’ stata appena comunicata la non validità della partita per mancata presenza di una delle due squadre

Ore 21:30 Doveri ufficializza l’annullamento della partita. Si aspetta solo il comunicato per il 3-0 a tavolino.

Ore 19:30 Comunicata la Formazione ufficiale della Juventus

Ore 18:45 La Juventus è arrivata allo Juventus Stadium

Ore 18:30 Tutti i tamponi effettuati sui calciatori della Juventus sono risultati negativi

Ore 17:15 NOTA LEGA SERIE A SU GARA JUVENTUS – NAPOLI

“In relazione alla comunicazione formale ricevuta dalla SS Napoli Calcio la Lega Serie A chiarisce che il sistema di regole in vigore deve garantire massima tutela della salute per le persone coinvolte, parità di trattamento tra i vari club, nonché rispetto dei principi di lealtà sportiva. 

Nel merito è opportuno ricordare che la nota della ASL campana si è limitata a notificare il provvedimento ordinario di isolamento fiduciario nei confronti dei contatti stretti del giocatore Zielinski. Nel caso di specie, invece, si applica il Protocollo Figc concordato con il CTS e integrato dalla Circolare del Ministero della Salute lo scorso 18 giugno, che recepisce il parere del CTS n. 1220 del 12 giugno 2020, che non è stato tenuto in considerazione neanche nella mail del vice capogabinetto del Presidente della Regione Campania. 
Tale norma di ordinamento statale a carattere speciale, applicabile alla situazione del Napoli che presenta due calciatori positivi al covid-19, è la stessa utilizzata più volte nel corso della stagione per permettere, a puro titolo di esempio, al Torino di affrontare l’Atalanta, al Milan di recarsi a Crotone o al Genoa di andare a giocare al San Paolo, e oggi all’Atalanta di scendere in campo contro il Cagliari. Il protocollo prevede regole certe e non derogabili, che consentono la disputa delle partite di campionato pur in caso di positività, schierando i calciatori risultati negativi agli esami effettuati e refertati nei tempi previsti dalle autorità sanitarie. 

Il Consiglio di Lega ha inoltre approvato un preciso regolamento da adottarsi in caso di positività plurime che possono portare al rinvio gare solo al verificarsi di determinate condizioni che, al momento, non si applicano al caso del Napoli, e non sussistono provvedimenti di Autorità Statali o locali che impediscano il regolare svolgimento della partita.

La “ratio” del protocollo resta, quindi, quella di consentire la disputa di tutte le partite e conseguentemente la conclusione regolare della Serie A TIM.”

Ore 17:00 Juventus Napoli cosa succederà stasera?

Il governo non ha preso una sin qui posizione su Juventus Napoli e questo rafforza la decisione dell’Asl.
Dal canto suo, la Lega di Serie A ribadisce ché la partita non sarà rinviata in quanto è stato stabilito un Protocollo (che ha natura di ordinamento statale, in quanto approvato con ok del Ministro della Salute dopo il parere del Comitato Tecnico Scientifico) che è stato disatteso da parte del Napoli.

Secondo il regolamento, in attesa di nuovi eventuali comunicati ufficiali da parte della Lega, stasera se si presenterà soltanto la Juventus in campo gli arbitri attenderanno sino alle 21:30 ossia 45 minuti dal calcio d’inizio.
A quel punto constatando che il Napoli non si è presentato l’arbitro non potrà fischiare il calcio d’inizio ma raccoglierà le distinte della Juventus ed eventuali riserve del Napoli (se sarà presente un suo rappresentante) e le allegherà al referto che spedirà al giudice sportivo.

A quel punto è probabile che il giudice sportivo darà la sconfitta 3-0 a tavolino al Napoli. Poi quasi sicuramente partirà il ricorso del Napoli che potrebbe avere un iter ordinario.

Ore 16:10 Comunicato della Lega che afferma come non vi siano le condizioni per rinviare la gara: “Il Consiglio di Lega ha inoltre approvato un preciso regolamento da adottarsi in caso di positività plurime che possono portare al rinvio gare solo al verificarsi di determinate condizioni che, al momento, non si applicano al caso del Napoli, e non sussistono provvedimenti di Autorità Statali o locali che impediscano il regolare svolgimento della partita. La ‘ratio’ del protocollo resta, quindi, quella di consentire la disputa di tutte le partite e conseguentemente la conclusione regolare della Serie A”

Ore 15:57 Il ministro della salute Speranza annuncia che la gara non si giocherà: Si parla troppo di calcio e poco di scuola, sono anche io un appassionato, ma la priorità non può essere il calcio o gli stadi, ma la salute. È gia’ deciso che Juve-Napoli non si giocherà. In questo Paese si parla troppo di calcio, ma le priorità dovrebbero essere altre: innanzitutto scuola, ospedali e lavoro che sono i punti da cui ripartire”. Ha detto Speranza alla trasmissione “Mezz’ora in più”

Ore 14:31 Qualora la decisione della Lega non dovesse subire variazioni, riporta Sky Sport, il direttore di gara Daniele Doveri avrà l’obbligo di attendere il Napoli per 45 minuti, tempo equivalente a una frazione di gioco, e poi stilare il referto della gara da consegnare nelle mani del Giudice Spoprtivo. In tale referto sarà ovviamente esplicitata l’assenza del Napoli dal campo di gioco e sarà poi compito dell’autorità competente infliggere eventuali sanzioni ai partenopei.

Ore 14:03 Napoli in isolamento fiduciario a Castelvolturno a partire da domani mattina, dopo aver svolto un nuovo ciclo di tamponi. I giocatori dimoreranno nei pressi della struttura di allenamento per le prossime due settimane e potranno così svolgere attività regolare.

Ore 13:12 La Juventus ha ufficializzato la propria lista di convocati per la sfida di stasera. I bianconeri sono convinti di scendere in campo.

Ore 12:41 Si attendono ancora aggiornamenti dalla riunone straordinaria della FIGC.

Ore 12:22Sbarca in Italia anche Bakayoko: nel giorno più convulso per la squadra azzurra, arriva a Napoli anche il centrocampista, ultimo rinforzo per Gattuso, strappato in prestito al Chelsea.

Ore 12:20 Fonti del Ministero della Salute fanno sapere che in materia di contenimento dei contagi e dunque dei conseguenti, eventuali, provvedimenti di isolamento da adottare, la decisione spetta alle Asl competenti. Staremo a vedere quali ripercussioni avrà tale comunicazione sulla vicenda.

Ore 12:12 Riunone straordinaria in corso nella sede della FIGC: da circa 20 minuti i vertici Federali si sono riuniti per prendere una decisione definitiva sulla partita di stasera. A breve, dunque, potrebbero giungere aggiornamenti importanti.

Ore 12:07 Questo il testo della PEC inviata ieri da Aurelio De Laurentiis ai vertici di Lega e FIGC, pubblicata oggi dai colleghi de “Il Napolista”: La mail è stata inviata dopo che il Gabinetto della Regione Campania si era espresso su cosa comportasse il regime di isolamento:

Questo isolamento – si legge nel testo della mail – comporta l’obbligo di rimanere nel proprio domicilio con divieto di allontanarvisi per 14 giorni dall’ultimo contatto intercorso… per quanto di competenza si comunica pertanto che i soggetti destinatari della nota Asl di data odierna sono tenuti a non allontanarsi dal domicilio comunicato. Appare evidente che la partenza della squadra per Torino rappresenterebbe una violazione del provvedimento dell’autorità locale competente per la sicurezza sanitaria, nonché delle vigenti norme statuali in materia, con le conseguenti responsabilità previste dalla legge a carico dei contravventori”.

De Laurentiis si appella dunque al fatto che, qualora violasse il divieto imposto dalla Asl, lui e la squadra incorrerebbero in sanzioni penali.

Ore 12:01 Regna ancora l’incertezza sulla decisione che verrà presa stasera. Intanto il consigliere di Lega, ed ex DS del Catania, Piero Lo Monaco, ha aperto al possibile rinvio della gara parlando ai microfoni di Radio Kiss Kiss: “La partita sarà rinviata: si va verso questa strada. La circolare della Lega varata il 2 ottobre parla chiaro: il provvedimento della Asl è legittimo”. Ribadiamo che, nonostante le parole di Lo Monaco, la disputa della gara rimane in bilico e il 3-0 per la Juventus è opzione ancora plausibile.

Ore 11:58 Intanto ieri Aurelio De Laurentiis ha inviato una PEC a Lega calcio, FIGC, Giudice Sportivo e Juventus, nella quale ha allegato le due comunicazioni inviategli dalla Asl di Napoli, che impongono l’isolamento fiduciario a tutta la squadra.

Ore 11:00 Juventus regolarmente in campo per l’allenamento di rifinitura

Ore 09 50: Tamponi effettuati a tutti i giocatori della Juventus prima della rifinitura delle 11. I risultati dei tamponi arriveranno in pomeriggio

Ore 09:45 Il Napoli oggi non partirà per Torino! L’avvocato della squadra partenopea Mattia Grassani è in continuo contatto con la Lega e c’è la certezza è che oggi la squadra non partirà da Napoli alla volta di Torino.
Quindi stasera allo Stadium il Napoli non ci sarà, come disposto dalla Asl locale ieri sera.
L’unica convocazione ufficiale dei calciatori del Napoli è per due giri di tamponi, domani e dopodomani.

Il Legale del Club partenopeo Mattia Grassani ha spiegato così la posizione del Napoli Calcio:
“Abbiamo subito informato Giudice sportivo di A, Lega, Figc e Juventus che la squadra non poteva partire per Torino, a meno che si volessero commettere reati penalmente rilevanti giocando la partita. Abbiamo allegato tutta la corrispondenza con la Asl e la Regione: il calcio può aspettare. La legge dello Stato è superiore a quella sportiva”.

Questa presa di posizione del Napoli ha fatto partire un duro braccio di ferro con la Juventus che dice che questa sera sarà regolarmente in campo per giocare la partita e la stessa Lega che ha deciso di confermare la partita in calendario.

La Juventus in un comunicato ufficiale ha manifestato l’intenzione a rispettare e seguire le indicazioni dell’attuale regolamento in vitore ossia “con 13 giocatori negativi in rosa, tra cui un portiere, è possibile scendere in campo”.

I bianconeri questa mattina alle ore 11:00 sosterranno regolarmente il classico allenamento di rifinitura pre-partita.

Si attendono novità ufficiali a breve e non si esclude un nuovo comunicato da parte della Lega Calcio Serie A.

Molti si chiedono perché Juventus Napoli è diventata così ricca di polemiche e colpi di scena?

Tutto ha inizio domenica scorsa quando il Napoli ha affrontato al San Paolo il Genoa nella sfida vinta 6 a 0.
La squadra ligure aveva lasciato a casa il portiere Perin e Lasse Schone positivi al Covid.
Lunedì mattina di rientro da Napoli ci sono gli altri tamponi per tutta la squadra del Genoa e ne risulta un vero e proprio focolaio con 11 calciatori e 4 membri dello staff positivi di cui 6 scesi in campo contro il Napoli.
Giovedì poi si sono aggiunti altri due giocatori Zajc e Brlek e venerdì anche Criscito, Biraschi e Males.
Da qui la decisione della Lega di rinviare la partita Genoa Torino in programma sabato 3 ottobre alle 18:00 a Marassi.

I calciatori partenopei sono stati sottoposti anche loro ad una serie di tamponi da martedì a sabato al fine di scongiurare la presenza di contagi dopo la partita contro il Genoa che aveva un focolaio in corso.
Dopo 2 serie di tamponi negativi, l’ultima di venerdì ha rivelato due casi di positività Ziekinski ed Elmas ma ha scongiurato almeno per il momento l’esistenza di un focolaio come accaduto nel Genoa.

Secondo il Regolamento della Lega Calcio Serie A due positivi non comporterebbero l’impossibilità di giocare.

Ma ieri sera arriva il colpo di scena con la notizia che la ASL campana ha vietato alla squadra del Napoli di recarsi in trasferta a Torino obbligando i calciatori all’isolamento.

Questo il comunicato ufficiale con cui l’ASL di Napoli ha imposto l’isolamento preventivo alla squadra partenopea:

Nella normativa della Lega è presente una clausola che specifica:
“fatti salvi i provvedimenti delle Autorità statali o locali nonché della Federazione Italiana Gioco Calcio”.
Quindi secondo questa clausola il Napoli sarebbe legittimato a chiedere il rinvio della partita.

Ma la Juventus non ci sta e comunica ufficialmente:
“Juventus Football Club comunica che la Prima Squadra scenderà in campo per la gara Juventus – Napoli domani alle 20.45, come previsto dal calendario della Lega di Serie A”.

L’ultimo comunicato della Lega di ieri sera recita che l’orario della partita è confermato: le 20.45 di domenica 4 ottobre.

Quindi nessun rinvio di Juventus Napoli.

Se il Napoli non si presenterà in campo allo Stadium toccherà alla FIGC decidere se omologare la vittoria a tavolino in favore della Juventus.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus