Juventus-Dinamo Kiev 3-0, Pirlo: “Soddisfatto dell’approccio mentale, non si può dominare 90′. Barcellona? Ora pensiamo al Torino”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha parlato a Sky dopo la netta vittoria per 3-0 ai danni della Dinamo Kiev nella quinta giornata della fase a gironi di Champions League.

Successo rotondo per la Juventus che nella quinta e penultima giornata della fase a gironi di Champions League si sbarazza per 3-0 della Dinamo Kiev. Una vittoria che permette ai bianconeri di continuare a rincorrere il primo posto occupato dal Barcellona, anche se sarà molto complicato da ottenere.

Pirlo

La Juventus ha iniziato la gara in maniera aggressiva ed ha subito sbloccato il match al 21′ con Chiesa, sfiorando il raddoppio in almeno altre due occasioni. La gara è stata messa poi in ghiaccio nella ripresa con i gol di Cristiano Ronaldo (750esima rete in carriera ndr.) e di Morata che hanno reso il secondo tempo più tranquillo.

Rispetto alla sfida contro il Benevento, la Juventus è scesa in campo più concentrata ed ha sofferto solo nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo. Soddisfatto di ciò Andrea Pirlo che a Sky ha sottolineato come nel calcio non si possa dominare una partita dall’inizio alla fine e che un po’ di sofferenza ci sta: “Non si può avere sempre la palla, ogni tanto si può anche soffrire 5-6 minuti. E’ normale, loro hanno cercato di tornare al pareggio, ma non ho mai visto una squadra avere il predominio per 90 minuti. Giochi una partita di Champions, contro squadre forti, quindi capita anche che debba difendere per qualche minuto. Sono soddisfatto per l’approccio mentale dei ragazzi, hanno gestito bene anche il vantaggio. Siamo contenti per la partita”.

Con la vittoria di stasera, la Juventus è ancora in corsa per il primo posto, ma dovrà compiere una vera e propria impresa al Camp Nou contro il Barcellona. Pirlo ha affermato come la squadra andrà in Spagna per vincere indipendentemente dal primo posto, ma ha anche sottolineato come ora la partita più importante è un’altra: “Sono le partita che ti svoltano la stagione, andremo lì per vincere. Non dimentichiamoci che abbiamo un derby da affrontare e da vincere“.

Ancora una volta uno dei marcatori è stato Alvaro Morata e Pirlo ha elogiato di nuovo il calciatore spagnolo che continua a crescere. Il tecnico bianconero ha sottolineato anche come Morata si senta a casa a Torino ed è felice di poterlo allenare: Lo conosciamo bene, ha avuto un percorso di crescita perché quando è arrivato non giocava sempre. E’ tornato dalle esperienze a Londra e Madrid, si sente a casa ed è contento di far parte di questo gruppo. Lo volevamo a tutti i costi e siamo contenti di averlo qui con noi”.

Nonostante la Juventus fosse già qualificata è riuscita ad offrire una prestazione di un livello superiore rispetto a quella vista a Benevento. Pirlo ha dichiarato come ogni partita sia importante per la crescita della squadra e che non vuole che i suoi giocatori si accontentino: “Non dobbiamo accontentarci di giocare le partite tanto per giocarle. Ogni partita è importante, non solo per la classifica, ma anche per la nostra crescita a livello di squadra. Quindi stasera avevamo bisogno di fare una partita di squadra, l’abbiamo fatta. Adesso penseremo al derby e poi alla partita col Barcellona. Era un segnale positivo che dovevamo avere all’interno di noi stessi”

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei