Juventus, decisione presa con o senza Champions League: torna Allegri, addio Pirlo

La società bianconera ha deciso: Allegri torna con o senza Champions. Si riparte da Dybala, De Ligt e dai giovani.

Il ritorno di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus sta diventando sempre più una possibilità concreta. Dopo due anni senza panchina, e una separazione che ha lasciato l’amaro in bocca un po’ a tutti, l’allenatore livornese si prepara per un secondo mandato, con l’obiettivo di riportare sin da subito i bianconeri alla vittoria.

Pirlo non è più in discussione, nel senso che il suo destino appare segnato: la qualificazione in Champions, ancora tutta da conquistare a cinque giornate dal termine, e l’incapacità di insidiare realmente l’Inter nella corsa al titolo, hanno persuaso la dirigenza della Juventus che l’esperimento sia fallito. Pirlo dovrebbe concludere il campionato alla guida della squadra, ma non si escludono colpi di scena nel caso di ulteriore battuta d’arresto ad Udine, che rischierebbe di compromettere il raggiungimento del quarto posto. In tal caso, Tudor sarebbe pronto a subentrare.

Allegri torna alla Juventus: Dybala e De Ligt le basi da cui ripartire

Tornando ad Allegri, il suo progetto potrebbe passare per la valorizzazione dei giovani che Pirlo ha fatto esordire già quest’anno (Frabotta e Dragusin in primis), e dalla selezione di due capisaldi ben precisi: Dybala e De Ligt. La “Joya” è uno di quei “giocatori tecnici” di cui il mister toscano si è sempre dichiarato follemente innamorato. Dopo una stagione travagliata da diversi infortuni, l’argentino è tornato a pieno regime, dimostrando di essere essenziale per questa squadra. Motivo per cui, se dovesse stare bene, nessuno potrebbe toglierlgi una maglia da titolare e un ruolo di assoluta centralità all’interno della squadra.

L’altro uomo su cui puntare è sicuramente Matthijs De Ligt. Profilo di assoluto spessore internazionale, la giovane età e l’importante cifra spesa per il suo arrivo, fanno dell’olandese un elemento incedibile. Sarà lui, insieme a Demiral, a guidare la difesa del prossimo anno. Difesa che potrebbe vedere un ridimensionamento dell’importanza dei cosiddetti “senatori”.

Addio ai “senatori”. Ronaldo in bilico

Né Chiellini né Bonucci sono infatti sicuri di indossare una maglia da titolare. L’ex Livorno e Fiorentina sembra essere giunto alla fine del suo ciclo e, a 37 anni, la Juventus potrebbe decidere di non rinnovargli più il contratto. Per lui si parla di un’opportunità oltreoceano, in quella MLS che, nel tempo, è diventato il porto di tanti vecchi campioni, ma che investe tanto anche sui settori giovanili, come dimostrano alcuni talenti (Davies, Mckennie e Reynolds su tutti) che sono sbarcati in Europa.

Chiellini potrebbe così concludere la propria carriera all’estero, ma la Juventus non si dimenticherebbe di lui, pronta ad offrirgli un incarico dirigenziale una volta appesi gli scarpini al chiodo. Bonucci resterebbe in bianconero, ma con Allegri in panchina la sua posizione sarebbe meno solida di quanto sia attualmente. A 34 anni ha dimostrato anche lui di non avere più una piena costanza di rendimento e, se Demiral dovesse definitivamente “esplodere”, l’ex Milan verrebbe relegato in panchina, al rango di risorsa da gestire.

Al suo fianco, in panchina, potrebbe appunto essere implementato in pianta stabile proprio Radu Dragusin, che quest’anno ha assaggiato il campo giocando soprattutto in Coppa Italia, e che la Juventus vuole sfruttare e valorizzare appieno, anche per non incidere troppo sui costi societari.

Nella rivoluzione portata da Allegri finirebbe anche Cristiano Ronaldo: difficilmente il portoghese deciderà di restare senza la vittoria dello Scudetto e, dall’altra parte, la dirigenza non può più sostenere i costi proibitivi relativi al suo ingaggio. Una volta ceduto Ronaldo, (direzione United o Real Madrid), la Juventus investirebbe su un profilo giovane ma già affermato per permettere ad Allegri di avere a disposizione il materiale idoneo a competere sin da subito. Inutile fare nomi ora. Se ne dovrà parlare faccia a faccia, quando si sarà sicuri di ricominciare insieme.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus