Italia: idea Fabio Cannavaro con Lippi come nuovo CT, alternativa Ancelotti

Cambiamenti in vista sulla panchina della nazionale. Fabio Cannavaro assieme a Marcello Lippi in caso di esonero di Roberto Mancini. In alternativa si pensa a Carlo Ancelotti.

La disfatta dell’Italia ha lasciato grandissimi ombre. Per la seconda volta consecutiva l’Italia ha fallito la qualificazione ai Mondiali. Dopo Russia 2018, la Nazionale non ci sarà neanche in Qatar, in seguito alla sconfitta di ieri sera contro la Macedonia del Nord. A finire sul banco degli imputati, però, è stato tutto il sistema calcio.

Comincia a sentirsi l’esigenza di rifondare completamente il calcio italiano. Si chiedono sempre più investimenti sui giovani ma anche un vero e proprio cambio d’aria a partire dall’organizzazione. Il primo che potrebbe non continuare la sua avventura in azzurro è proprio l’allenatore Roberto Mancini, visto come uno degli artefici della brutta sconfitta. Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha ribadito di voler continuare con l’attuale tecnico ma le cose potrebbero cambiare da un momento all’altro.

Nazionale, tutte le ipotesi al vaglio

Se è vero che Mancini ha un contratto da CT fino al 2026, non si può non escludere che la sua panchina sia già cominciata a traballare. Nonostante l’Europeo vinto ed il record di imbattibilità, l’ex allenatore di Inter e Manchester City potrebbe già terminare la sua avventura in azzurro. Ed è per questo che sono cominciati a spuntare i nomi di suoi diversi sostituti.

Tra questi c’è un nome che farebbe emozionare ogni italiano: Marcello Lippi. Proprio il tecnico di Viareggio che, nel 2006, ha portato la Nazionale sul tetto del mondo. Lippi che, dopo la sua esperienza in Cina, potrebbe essere visto una vecchia gloria e riprendere in mano il progetto azzurro. Un nome che rimane, per ora, sempre più una suggestione. Tra gli artefici del miracolo sportivo in Germania c’è stato anche Fabio Cannavaro.

Proprio l’ex difensore potrebbe affiancare Lippi come tecnico della Nazionale azzurra. Due allenatori che conoscono molto bene l’ambiente e che potrebbe ridare entusiasmo ad una nazione sempre più afflitta. Tra la sfilza di nomi però, potrebbe esserci anche Carlo Ancelotti, attualmente allenatore del Real Madrid. Un curriculum davvero importante per l’ex tecnico del Milan che ha esperienza da vendere per gestire situazioni del genere.

Dalla Spagna, però, sono sicuri: il futuro di Ancelotti sarà ancora con i Blancos e questa ipotesi potrebbe già essere scartata. Chiunque sia l’allenatore in futuro, però, avrà uno dei compiti più difficili di sempre: ripartire dalle ceneri del fallimento. L’obbiettivo di questo nuovo ciclo resta Euro 2024, con la speranza di vedere un calcio diverso, prima di poter sperare e sognare per i Mondiali del 2026, che sono ancora troppo lontani.

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione