Inter – Udinese – 5-1, voti e pagelle: goleada nerazzurra per la Festa Scudetto. Bene Eriksen, male Pinamonti

L’Inter vince 5-1 contro l’Udinese a San Siro nella 38° e ultima giornata di campionato. Goleada nerazzurra in una partita senza storia con l’Inter che chiude il primo tempo in doppio vantaggio con i gol di Young e Eriksen. Nella ripresa a segno Lautaro Martinez su rigore, Perisic e Lukaku. Di Pereyra il gol degli ospiti su rigore.

All’8° minuto di gioco l’Inter passa in vantaggio al primo tiro in porta. Scambio tra l’esterno inglese e Lautaro Martinez, l’argentino va alla conclusone che viene ribattuta. Deviazione che favorisce Young, che anticipa Musso in uscita e firma l’1-0 nerazzurro.

Nel primo tempo dove non accade nulla, l‘Udinese non impensierisce i nerazzurri che gestiscono il pallone senza patemi. Al 39° Sensi è costretto a uscire per infortunio e al suo posto entra Eriksen.

É proprio il danese al 44° a firmare il raddoppio nerazzurro. Calcio di punizione dal limite dell’area, destro potente di Eriksen, deviazione di Okaka e pallone che batte Musso. Doppio vantaggio nerazzurro prima dell’intervallo.

Sostituzione nell’intervallo con Handanovic che viene rilevato da Padelli. Al minuto 50 azione pericolosa dell’Udinese. Buono scambio tra Pereyra e De Paul, l’argentino va via ad Hakimi ma non riesce a concludere. Minuto 52 botta pericolosa di Lautaro, Musso para. Al 54° ci prova anche Eriksen da fuori, ancora Musso è reattivo.

Al 55° rigore per l’Inter. Hakimi viene steso da Zegelaar. Dagli 11 metri va Lautaro Martinez che non sbaglia e firma il tris nerazzurro.

Minuto 57 doppio cambio per l’Inter. Dentro Perisic e Lukaku, fuori Hakimi e Lautaro Martinez. Partita senza storia, Inter pronta alla festa, Udinese mai pericolosa e nerazzurri che al 64° realizzano il poker proprio col neo entrato Perisic. Buon lancio di Vecino a servire il giocatore croato, destro a giro a battere Musso e 4-0. minuto 65 dentro Sanchez e fuori Pinamonti.

Minuto 71 Inter che dilaga: tiro a giro pericoloso di Sanchez, palla che si stampa sul palo ma il rimpallo favorisce Lukaku che deposita in porta il 5-0.

Al 79° L’Udinese segna il gol della bandiera. Fallo di mano in area di Eriksen e rigore assegnato ai friulani. Dal dischetto va Pereyra che realizza il 5-1.

Finisce la partita. Festival nerazzurro che chiude il campionato con una netta vittoria per 5-1 sull’Udinese e chiude la stagione a quota 91 punti con 28 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte in campionato. Nerazzurri che chiudono anche come miglior difesa del torneo con 35 reti subite.

VOTI E PAGELLE INTER – UDINESE

Handanovic, 6: nel giorno del record come portiere con più presenze nella storia nerazzurra, l’estremo difensore dell’Inter vive 45 minuti da spettatore. Non subisce nulla. Qualche pecca e calo, ma decisivo in partite importanti nella stagione dello Scudetto. Esce all’intervallo per Padelli (6, una parata, incolpevole sul rigore).

D’Ambrosio,Ranocchia, Bastoni, 6: il trio difensivo con due riserve conclude tutti i novanta minuti finali dell’ultima partita. Zero rischi anche per un’Udinese molto innocua L’unico gol arriva su rigore a risultato ampiamente acquisito.

Hakimi, 6: buona partita dell’esterno destro nerazzurro, acquisto importante ai fini della vittoria finale. Si guadagna il rigore del 3-0. Esce al 57° per Perisic (6, partecipa alla festa segnando il 4-0 con un pregevole destro a giro).

Vecino, 6.5: 90 minuti per un giocatore che per infortuni non ha potuto dare il suo contributo. Vista la partita, la lotta è poca e il ritmo è basso. Serve l’assist per il 4-0 di Perisic.

Gagliardini, 5.5: messo come regista e ovviamente non è il suo ruolo prediletto. Poca tecnica e molti sbagli. Ma vista la festa generale, gli errori e il poco talento del giocatore passano almeno oggi, in secondo piano. Guadagna la punizione del 2-0 di Eriksen.

Sensi, 5: parte col piglio giusto seppur senza esaltare. Poi torna il leit motiv della sua esperienza nerazzurra: infortunio muscolare al 39° e sostituzione per Eriksen (7, buon ingresso con approccio corretto. Gol del raddoppio su punizione, sfortunato sul mani che concede il rigore all’Udinese).

Young, 6: ultima partita probabilmente dell’esterno inglese con la maglia dell’Inter. Ed è lui ad aprire le marcature della goleada, con un bel tocco sotto dopo una deviazione che lo favorisce. Stagione in calo e da riserva ma comunque utile alla causa e professionista.

Pinamonti, 5.5: chance da titolare per il giovane attaccante di riserva dell’Inter. Incide poco però e non riesce a partecipare alla festa del gol nel primo tempo, avendo poche chance e pochi palloni giocati. Esce al minuto 65 per Sanchez (6, propizia il 5-0 di Lukaku, colpendo la traversa con un bel destro a giro).

Lautaro Martinez, 6: entra nell’azione del vantaggio di Young e nel secondo tempo segna il rigore del 3-0. Sempre battagliero, ci mette cattiveria anche nella partita della festa. Paga però un’ingenuità: il giallo per un fallo inutile su Becao e che gli costa la diffida. Esce al 57° per Lukaku (6, anche il bomber belga entra nel tabellino marcature: colpo fortunato dopo la traversa colpita da Sanchez).

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco