Inter-Genoa, dichiarazioni Spalletti:”Voglio una risposta”

Un Luciano Spalletti apparso molto più duro del solito durante la conferenza stampa odierna in vista del match di domani che, la sua Inter, affronterà alle ore 15 contro il Genoa. I nerazzurri dopo un ottima partenza con 4 vittorie nelle prime 4 giornate, sono apparsi sottotono nell’ultimo match contro il Bologna, pareggiato per 1-1.

L’allenatore toscanocome è solito fare, prima di rispondere alle domande che gli vengono proposte in sala stampa, rilascia alcune dichiarazioni a Inter Channel. Ai microfoni di Roberto Scarpini, voce storica del tifo interista, Spalletti ci tiene in primis a ringraziare i tifosi, che anche domani raggiungeranno quota 50.000 e poi a sottolineare la fiducia nei suoi calciatori. 

Il tecnico ha invece affrontato, in maniera più variegata, le varie domande che gli sono state fatte in conferenza. L’ex allenatore della Roma si è detto soddisfatto per il gioco espresso dalla sua squadra in questi primi match, sottolineando però il bisogno di una maggiore velocità di manovra. Per quanto riguarda il modulo, invece, non ci sarà insistenza verso il 4-2-3-1, Spalletti fa capire che il trequartista non è un lusso, e che anche il 4-4-2 potrebbe essere varato come idea.  

Molte anche le domande sui singoli, in particolare Candreva e Joao Mario, entrambi non apparsi brillanti in queste prima partite. Per quanto riguarda il trequartista portoghese, Spalletti ci tiene a far capire come il calciatore sia il primo a essere consapevole delle cattive prestazioni ed evidenzia come abbia aumentato l’intensità degli ultimi allenamenti per lasciarsi questo brutto periodo alle spalle. Discorso diverso per quanto riguarda Candreva, il tecnico si è detto colpevole nell’aver messo troppi paletti all’esterno, lasciando lui poca possibilità di interpretare al meglio il suo ruolo.
Affrontato anche il discorso Karamoh, a molti è apparso strano come il calciatore non abbia ancora effettuato neanche l’esordio nella nostra Serie A, ma il coach nerazzurro ha fatto intendere come il problema non sia nelle gambe e nelle capacità tecniche, ma nella mancanza di malizia e grinta, caratteristiche fondamentali per i calciatori del nostro campionato. 

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi