Inter-Roma 1-2, dichiarazioni post-partita Simone Inzaghi

Termina 1-2 per la Roma il match contro l’Inter valido per l’ottava giornata del campionato di Serie A. Ai nerazzurri non basta il vantaggio firmato Dimarco, per la Roma il ribaltone lo firmano Dybala e Smalling.

Sconfitta amara: “Dobbiamo curare di più i particolari, assolutamente. Non posso però non evidenziare che abbiamo preso pali, traverse e nel mentre il nostro portiere non è mai stato impegnato. I miei calciatori hanno risposto bene, miglior gara dall’inizio della stagione. Avremmo meritato un risultato diverso”.

Errori sui gol: “Sulla prima rete abbiamo concesso una palla a Dybala che proprio non ci sta. Sul secondo dovevamo scappare prima per anticipare le loro torri offensive. Dispiace aver preso soprattutto quest’ultimo gol su una punizione laterale dubbia”.

Simone Inzaghi, 46 anni, allenatore dell’Inter. Fonte foto: Facebook, profilo ufficiale Inter

Paura esonero: “Noi allenatori siamo sempre a rischio. Ogni settimana e gara dopo gara dobbiamo cercare di ottenere il meglio non tralasciando nulla. Dal mio punto di vista sono però soddisfatto, la squadra ha giocato bene e una prestazione del genere mi fa sorridere seppur dal risultato amaro”.

Sui singoli: Asllani ha fatto una buona gara, bravo. Complimenti anche a Calhanoglu, che ha stretto i denti negli ultimi allenamenti per esserci ed è stato sul pezzo. Resto ancora in attesa di Lukaku, sono sfiduciato nell’averlo a disposizione per il Barcellona o Sassuolo”.

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi