Inter – Real Madrid 0-2, voti e pagelle: disastro nerazzurro, Vidal rosso che condanna. Modric e Kroos maestri

Il Real Madrid vince 2-0 contro l’Inter a San Siro con le reti di Hazard su rigore e di Rodrygo e abbatte i nerazzurri nella 4° giornata di Champions. Prestazione horror della squadra di Conte (in 10 dopo mezzora per il rosso a Vidal), mai in partita e surclassati dai Blancos. Inter che rimane a 0 vittorie nel girone e che compromette quasi in maniera definitiva il passaggio del turno.

Notte fonda a San Siro: doveva essere la partita del riscatto e della svolta, è stata invece la peggiore prestazione dell’anno. L’Inter va KO 2-0 contro il Real Madrid e ne esce a pezzi sia a livello puramente di gioco che di morale. La squadra di Zidane invece si rilancia e ritrova speranze di ottavi di finale. Match dominato dagli spagnoli, mai impensieriti e in controllo per 90 minuti.

L’11 di Conte è quello ampiamente previsto della vigilia con Handanovic tra i pali, Bastoni, de Vri e Skrinia in difesa, Young e Hakimi sulle fasce con a centrocampo Vidal, Barella e Gagliardini. In attacco Lautaro e Lukaku. Zidane al netto delle assenze pesanti. sceglie una mediana molto tecnica con Kroos, Modric e Casemiro a supporto del tridente Hazard, Mariano Diaz e Lucas Vazquez.

E i Blancos prendono subito in mano il match, surlcassando l’Inter sul piano del palleggio e della qualità in mediana. Al 6° minuto di gioco, Barella stende Nacho in area, rigore per il Real Madrid trasformato da Hazard e 0-1. L’Inter non reagisce, anzi i nerazzurri sembrano sia in balia di loro stessi che degli avversari, che domina a centrocampo e sfugge in velocità.

I nerazzurri appiaono come una squadra senza idee, ma soprattutto senza spirito, mortificata e che non crede più in quello che fa, dando un seguito orribile alla prestazione schizofrenica col Torino in campionato. Al 33° poi la pazzia dela serata: contatto in area, a Vidal viene negato il rigore (giustamente) e il cileno protesta a tal punto con l’arbitro Taylor da beccarsi il rosso. Inter in 10 per un’ingenuità del cileno e match che diventa impossibile.

Nell ripresa l’Inter passa al 4-4-1, levando Lautaro Martinez e Bastoni per Perisic e D’Ambrosio, ma oltre alla sfiducia e alla mancanza di idee si unisce la confusione tattica. Componenti che decretano sulla carta e nei fatti la fine del match, che si chiude al 59° quando Rodrygo deposita il 2-0 a porta sguarnita.

Non accade più nulla, se non l’accademIa Blancos e una mezzora di agonia per i tifosi interisti, costretti a guardare una squadra confusa e senza mordente e dominata dal quotato avversario senza combattere. Sono 2 punti dopo 4 giornate del girone, con 0 vittorie all’attivo e ultimo posto. La matematica non condanna ancora l’Inter, ma è forse l’unica buona della serata di una squadra desolata nella tattica e nello spirito.

VOTI E PAGELLE DI INTER REAL MADRID:

TOP INTER

SKRINIAR, 6: nell’orribile prestazione generale interista, il difensore slovacco è l’unico salvabile. Nel primo tempo a 3 contiene bene Hazard e dimostra sicurezza e nella ripresa tornato a 4, si trova a suo agio e tampona quello che può. Non è molto, ma è l’unico meritevole di sufficienza.

FLOP INTER

VIDAL, 3: partita mediocre per 30 minuti, dove nè copre nè si propone, la completa al 33° quando ha l’idea di farsi espellere per troppe proteste su un rigore che voleva ma non c’era. Gesto che lascia i compagni in 10 e compomette la partita. Semplicemente imbarazzante e non professionista.

GAGLIARDINI, 4: come si può preferire un giocatore del genere e lasciare in panchina Eriksen è ormai diventato mistero della fede. Lentissimo, non imposta, non corre ed è sempre in ritardo. Deleterio sotto ogni punto di vista. Fa quasi tenerezza vederlo preso in giro dal palleggio di Kroos e Modric.

CONTE, 2: qualcosa è successo. Probabilmente sta bluffando dal post finale Europa League e voleva solo essere cacciato, ma dopo un mese di crescita sta totalmente mortificando la squadra, che appare sfiduciata nelle idee di gioco e assente nello spirito nel seguire i suoi dettami. La gara col Torino è stata un segnale, stasera il crollo definitivo. E il trattamento riservato a Eriksen è ormai umiliazione personale di cui dover rendere conto.

TOP REAL MADRID

MODRIC & KROOS, 7.5: in assenza del terzo tenore di mediana Casemiro e in assistenza al giovane Odegaard, gli altri maestri del centrocampo di Zidane disegnano calcio a San Siro. Palleggiano in faccia ai poveri Barella, Vidal e Gagliardini che non li fermano mai. Geometrie e qualità, ordine ed efficacia. La mediana mediocre nerazzurra, contro i saggi palleggiatori Blancos. La partita è anche tutta qua.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco