Inter-Juventus, Allegri: “Risultato di domani non deve intaccare il nostro percoso. Perin sarà titolare, Dybala da valutare”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Supercoppa Italiana contro l’Inter. Il tecnico bianconero non vuole che il risultato di domani condizioni il percorso della squadra.

Domani alle ore 21:00 l’Inter e la Juventus si giocheranno a San Siro il primo trofeo stagionale nella partita valevole per la finale di Supercoppa Italiana.

Entrambe le squadre arrivano con il morale alto a questa finale, con l’Inter che ha battuto 2-1 la Lazio nell’ultima giornata di Serie A, mentre la Juventus viene da una spettacolare rimonta per 4-3 ai danni della Roma. Ma al di là ti tutto in questa finale a fare la differenza saranno le motivazioni.

Finale alla quale la Juventus arriva si con il morale alto, ma con alcune defezioni importanti come le assenze di Cuadrado e De Ligt squalificati e di Chiesa infortunatosi al crociato, con l’azzurro che sarà fuori per il resto della stagione. A queste si è aggiunta l’assenza di Szczesny, rivelata quest’oggi da Allegri in conferenza stampa: ” Domani gioca Perin in porta, perché Szczesny si è vaccinato per ultimo e arriverà allo stadio all’ultimo minuto. Sono contento che giochi Perin”.

Allegri ha rivelato che ancora non ha deciso che formazione schierare, annunciando però il rientro di Bonucci, mentre Danilo dovrebbe rientrare solo dopo la sfida contro l’Udinese. Il tecnico bianconero ha poi elogiato Rugani per l’ottima prova offerta contro la Roma, affermando come abbia spesso ricevuto critiche ingiuste. Da valutare per domani le condizioni di Dybala, con Allegri che ha dichiarato come a Roma abbia speso tanto in una partita intensa.

Domani ci si gioca il primo trofeo della stagione, ma Allegri ha affermato come la squadra non dovrà farsi condizionare dal risultato finale, qualunque esso sia: “Domani è una partita a sé, in uno stadio meraviglioso e giochiamo contro la più forte del campionato e sarà una bellissima partita. Qualunque risultato verrà fuori non deve intaccare il nostro percorso. Dobbiamo con entusiasmo, voglia e intelligenza cercando di portare a casa questa Supercoppa”.

Il brutto infortunio subito a Chiesa, al quale Allegri ha augurato pronta guarigione e di restare sereno, non dovrebbe cambiare le dinamiche di mercato nonostante si sia parlato di alcuni giocatori nelle ultime ore come Bruno Guimaraes del Lione e Sardar Azmoun dello Zenit. Ad affermarlo è stato lo stesso Allegri, da sempre restio a parlare di trattative e dintorni: “Non parlo del mercato. La rosa è questa è restiamo con questi e abbiamo tanti giocatori offensivi e se saremo in difficoltà alzeremo Cuadrado”.

Per vincere la partita di domani, Allegri ha affermato come la Juventus debba migliorare la qualità dei passaggi, sottolineando come si sia sbagliato spesso a causa della fretta. Contro l’Inter, il tecnico bianconero ha dichiarato che sarà una partita fisica, dove la Juventus dovrà fare bene tecnicamente.

Domani potrebbe esserci una chance dal primo minuto per Kulusevski, autore del 3-3 contro la Roma. Allegri si è detto contento del giocatore svedese che secondo lui sta capendo cosa significa giocare per la Juventus. Il tecnico livornese ha affermato come Kulusevski, come molti altri, debba fare un salto di qualità dal punto di vista mentale, dichiarando come la determinazione sia importante per far svoltare la carriera di un giocatore.

Al momento, l’Inter è la squadra più forte in Italia e lo sta dimostrando anche quest’anno. A domanda sul se i nerazzurri possano aprire un ciclo vincente come quello recente della Juventus, Allegri ha fatto capire di essere concentrato solo sulla sua squadra: “Non so se aprirà un ciclo, dovremo essere bravi noi a mettergli il bastone fra le ruote domani. Noi dobbiamo cercare di raggiungere quelle davanti, poi l’anno prossimo vedremo. Dobbiamo essere bravi ad accorciare i tempi per provare ad essere in lotta per lo scudetto”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei