Inter-Bologna 2-1, dichiarazioni post-partita Spalletti: “Per il momento che stavamo attraversando è stata una partita eccezionale”.

Termina 2-1 per l’Inter il match, valido per la ventiquattresima giornata del campionato di Serie A, contro il Bologna. I nerazzurri, in vantaggio con Eder e rimontati dall’ex Rodrigo Palacio, la chiudono con Karamoh. Per l’ex Caen gol al debutto da titolare. Per la squadra di Spalletti il ritorno alla vittoria significa terzo posto in solitaria e tanta vitalità. Diversa la situazione per Donadoni che per la prossima gara, in casa contro il Sassuolo, dovrà fare a meno di Mbaye, Masina e Palacio. I primi 2 espulsi nel match odierno, l’argentino soltanto ammonito, ma diffidato.

Un Luciano Spalletti che finalmente può tornare a sorridere davanti alle telecamere: la sua Inter,a secco di vittorie da 2 mesi, è tornata a vincere. L’allenatore nerazzurro ha infatti sottolineato l’importanza di questi 3 punti, arrivati soprattuto grazie all’infinito sostegno dei tifosi, presenti anche in un momento cosi difficile. Un ulteriore evidenziazione da parte del tecnico è stata relativa alla pressione mediatica creatasi attorno alla squadra per i buoni risultati di inizio stagione. Per uno score che ha portato ad un periodo di appannamento. 

Andando oltre quello che è il momento generale, il tecnico nerazzurro mette in risalto ai microfoni di Inter Channel la partita giocata dai suoi.“Dobbiamo alzare un po’ la qualità, ma senza perdere gli equilibri. Oggi l’abbiamo fatto nel migliore dei modi, abbiamo giocato una grandissima partita.” Unica pecca relativa alle tante palle perse. “Abbiamo perso alcuni palloni di troppo, ma non abbiamo subito grandi tiri in porta.” 

Ultime sottolineature del tecnico sono sui singoli: Rafinha e Karamoh . L‘ex Bayern fermo da un anno e mezzo, secondo il parere del tecnico, va dosato. Anche se quando ha la palla tra i piedi aiuta tutta la squadra con qualità. Discorso diverso per il naturalizzato francese. Queste le parole dell’allenatore in merito all’ex Caen:Karamoh ha fatto un gran gol di sinistro. Ha strappi importantissimi, che alterna a delle pause su cui deve lavorare. È importante avere giocatori così, di qualità, perché ci eravamo un po’ appiattiti nel gioco.”

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi