Inter-Bayer Leverkusen, conferenza pre-partita Conte: “Non vogliamo rimpianti in questo cammino, puntiamo alla finale”

Un Antonio Conte molto carico e motivato quello che si è presentato al consueto appuntamento con la conferenza stampa pre-partita. Tanti i temi analizzati dal tecnico in vista della gara in programma stasera contro il Bayer Leverkusen. 

Sulla gara: “Il Bayer è una squadra molto insidiosa, soprattutto per quel che concerne le ripartenze. Dovremo prestare molta attenzione a questo fattore, possono essere letali. Squadra molto diversa dal Getafe, come caratteristiche”. 

L’attacco: “Il buon lavoro che stanno facendo gli attaccanti è legato all’ottimo lavoro di squadra. Chiaramente vanno fatti i complimenti a Lukaku, Lautaro e Sanchez, ma da soli non riuscirebbero ad essere ciò che sono”. 

Antonio Conte, 51 anni, allenatore dell’Inter

Nessuna favorita: “Arrivato a questo punto non riesco a trovare una favorita o una sfavorita. Bisogna solamente guardare in casa nostra con la voglia e la consapevolezza di voler raggiungere la finale. Dovremo dare tutto, non vogliamo lasciare rimorsi lungo il nostro cammino”. 

Su Pirlo allenatore: “Vedere un mio ex calciatore ora su una panchina è simbolo di vecchiaia da parte mia. Scherzi a parte, Andrea è una persona che vivo sempre con grande affetto. Da calciatore mi ha dato tanto, e gli auguro il meglio in questa nuova avventura”. 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi