Il coronavirus cambia il calcio. Tattica diversa, ritmi più lenti

Il calcio ha cambiato il programma delle partite per via dell’emergenza coronavirus. In vista di una ripresa che ci sarà a partire da metà giugno prossimo per concludersi entro il mese di agosto, ci saranno una serie di regole da rispettare.

Lavagna tattica sul calciatore della Roma Edwin Dzeko.
Lavagna tattica sul giocatore della Roma Dzeko il 25-08-2015. Fonte: Eurosport IT Twitter


Le partite inevitabilmente sforeranno in piena stagione estiva. Il caldo la farà da padrone, con maggiore stanchezza e ritmi più bassi da parte dei giocatori.

Il gioco ne risentirà, sarà meno frenetico, però in compenso più calmo e riflessivo. Bisogna sempre vedere se il clima non sarà così terribile da non lasciare spazio a giocate di livello elevato.

Tra una settimana riprenderà il campionato tedesco. La Bundesliga sarà il banco di prova per capire quanto il calcio possa cambiare, se ci sarà una rivoluzione anche in ambito tattico.

In questo periodo di pausa forzata i tecnici hanno studiato a lungo il calcio giocato, prendendo in considerazione due caratteristiche fondamentali: l’uscita bassa dalla difesa e il pressing portato già a partire dall’inizio dell’azione degli avversari.

Il secondo aspetto sarà sicuramente quello che ne risentirà maggiormente. Un’aggressione costante e ossessiva, con il caldo opprimente, non sarà più praticabile. Dopo due mesi di stop dagli allenamenti le squadre dovranno riprendere la forma, inoltre ci sarà una maggiore attenzione ai contrasti.

Di conseguenza la fluidità di gioco e ricaverà un vantaggio. Per giunta ci sarà una differenza per quanto riguarda i numeri della tattica. Il 3-5-2, il 4-3-3, o 4-3-2-1, non saranno più riconoscibili come un tempo, aggiunta alla novità che sarà introdotta, ovvero i 5 cambi.

Di conseguenza, le squadre si stanno organizzando per favorire un maggiore possesso palla. La Roma di Fonseca ha già espresso la volontà di provare la difesa a tre, con l’abbassamento di un centrale di metà campo o con un esterno basso.

Ci sarà meno corsa, meno atleticità, più ragionamento e volontà di sprecare meno energie possibili. L’esito potrebbe anche essere più interessante, con una maggiore propensione per la tecnica individuale.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega