Hapoel Be’er Sheva-Inter 3-2, voti e pagelle: Handanovic e Murillo disastrosi

Tracollo dell’Inter in Israele: era l’ultima spiaggia per gli uomini di Pioli che si fanno clamorosamente rimontare due reti e vengono eliminati dall’Europa League.

inter-hapoel

Partita dalle due facce per l’Inter, che gioca un buon primo tempo andando al riposo con due reti di vantaggio per poi crollare miseramente nella ripresa, travolta da una delle squadre rivelazioni di questa edizione dell’Europa League.

Ancora una volta sotto accusa la difesa: partendo da Handanovic, anche stavolta tra i protagonisti ma in negativo, fattosi espellere ingenuamente e con gravi responsabilità sul primo gol dell’Hapoel. Ancora tra i peggiori Murillo, sempre in difficoltà e autore dell’indecisione fatale che porta al terzo gol di Buzaglio. Malissimo anche gli altri difensori, da Miranda a Nagatomo passando per D’Ambrosio

A centrocampo inadeguati Melo e Gnoukouri, incapaci di garantire un’efficace fase di interdizione, mentre partita tutto sommato positiva di Brozovic e Banega. Le altre note liete sono Icardi, autore del gol dell’1-0, ed Eder.

HAPOEL BEER SHEVA-INTER 3-2
MARCATORI: Icardi (I) al 13′, Brozovic (I) al 25′ p.t.; Maranhao (H) al 13′, Nwakaeme (H) su rigore al 26′, Sahar (H) al 48′ s.t.
HAPOEL (5-4-1): Goresh 6,5; B. Bitton 6, Taha 6 (dal 36′ p.t. Radi 6), Miguel Vitor 6,5, Tzedek 6, Korhut 6; Bar Buzaglo 6,5, Hoban 6 (dal 36′ s.t. Ghadir 6), Ogu 6, Nwakaeme 7; Maranhao 6,5 (dal 30′ s.t. Sahar 6). (Haimov, Ohayon, Turjman, Shabtai). All. Bakhar 6,5.
INTER (4-2-3-1): Handanovic 4; D’Ambrosio 5, Miranda 5, Murillo 4, Nagatomo 5; Brozovic 6, Felipe Melo 5 (dal 17′ s.t. Gnoukouri 5); Candreva 6, Banega 6,5 (dal 25′ s.t. Carrizo 5,5), Eder 6,5 (dal 15′ s.t. Perisic 6); Icardi 6,5. (Ranocchia, Ansaldi, Biabiany, Pinamonti). All. Pioli 5.
ARBITRO: Estrada (Spagna).
NOTE: espulso Handanovic per doppia ammonizione. Ammoniti Korhut (H), Maranhao (H), Handanovic (I), B. Bitton (H), Nwakaeme (H), Nagatomo (I).
 
I migliori:
 
Nwakaeme 7: certo, a mettere in difficoltà una difesa disastrata come quella neroazzurra son bravi tutti, ma questo ragazzo è stato davvero sorprendente. Partita da incorniciare.
 
Icardi 6,5: un gol, una traversa, un ottimo primo tempo. Poi si lascia travolgere come il resto della squadra, ma di certo le colpe principali non sono le sue.
 
Banega 6,5: un ottimo primo tempo, in cui è l’ispiratore della manovra dell’Inter e in cui, giocando tra le linee, è una spina nel fianco nella difesa israeliana. Viene sacrificato quando la squadra resta in 10, forse non la scelta migliore.
 
I peggiori: 
 
Handanovic 4: croce e delizia, in certe partite sembra Superman in altre è sconcertante. La partita cambia con la sua espulsione, l’Inter paga i suoi errori a prezzo carissimo.
 
Murillo 4: continua il momento disastroso del colombiano, irriconoscibile rispetto all’anno scorso. Sbaglia anche le cose più banali e il suo errore porta al terzo gol dell’Hapoel. 
 
Felipe Melo 5: aveva una chance importante per conquistarsi la fiducia di Pioli, ma si lascia anche lui travolgere dal centrocampo dell’Hapoel. Il suo sostituto Gnoukouri non farà molto meglio di lui.