Formula Uno, Gp di Silverstone 2018, dichiarazioni Hamilton e Bottas dopo la gara

E’ terminato il Gp di Silverstone, decima prova del Mondiale 2018 di Furmula Uno.

Per gli appassionati una gara davvero spettacolare, ricca di colpi di scena. Ma soprattutto ciò che ha fatto divertire oggi è stato il duello finale tra la Ferrari e la Mercedes. Spettacolare fino all’ultima curva, con la scuderia di Maranello che ha battuto quella tedesca. Due sorpassi, uno di Raikkonen ai danni di Bottas e l’altro, ancora più spettacolare di Vettel ai danni dello stesso pilota finlandese. Risultato primo e terzo posto per le Ferrari, secondo e quarto per le Mercedes

Nel podio, in seconda posizione, vediamo Hamilton piuttosto amareggiato.
Fonte: Twitter Silverstone
Non è l’esito che aveva sperato Hamilton per questo Gp di Silverstone. La gara per lui si mette subito male, con un’uscita provocata da un tamponamento subito ad opera di Raikkonen. Questo episodio non è andato giù al campione del mondo in carica, che non tralascia alcune frasi sibilline all’indirizzo del Cavallino.

Infatti, nelle poche dichiarazioni dopo la gara, ha voluto rimarcare come quelle della Ferrari siano tattiche “interessanti”. Intento velatamente polemico il suo, ma non per questo si è dimostrato arrendevole. C’è ancora una gran parte della stagione davanti, e ha tenuto ad assicurare che assieme al suo team farà di tutto per combatterli e migliorare nelle prossime gare. 

Sul podio non ha voluto stringere la mano a Raikkonen, dichiarando come gli sia dispiaciuto non aver vinto davanti al pubblico di casa. Il team ha fatto un lavoro fantastico, è riuscito a recuperare dall’ultima posizione. Il problema, unico, è stato il contatto con Raikkonen.

Il pilota finlandese Bottas arrivato quarto al gp di Silverstone.
Fonte: Twitter Bottas

Il suo compagno di squadra Bottas è riuscito a restare in prima posizione per un certo periodo, salvo poi mollare la posizione a Vettel, Hamilton e Raikkonen, salvo poi difendere la sua quarta posizione finale dagli attacchi della Red Bull. Avrebbe dovuto cambiare le gomme quando era entrata la Safety Car, ma si è deciso così per mantenere la prima posizione. Un rischio preso in maniera sbagliata e alla fine sono arrivati quarti. 

Sul fatto che avesse pensato di arrivare fino alla fine con le Medium, il pilota finlandese ha risposto come non avessero mai fatto dei giri così lunghi con queste mescole. La possibilità c’era, ci ha creduto tutta la squadra, ma alla fine è stata una scelta sbagliata. 

Un Mondiale 2018 che si annuncia lottato più che mai.

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega