Grecia, scoppia scandalo partite truccate: Olympiacos rischia la retrocessione

L’Olympiacos rischia la retrocessione nella Serie B greca dopo essere finito nel mirino di un’inchiesta. Il club biancorosso è accusato di aver truccato alcune partite del campionato 2014-2015 e sotto la lente sarebbe finita la sfida vinta contro l’Atromitos

Nuovo scandalo nel mondo del calcio greco. Stando a quanto riportato dai vari media ellenici, tra cui SDNA, l’Olympiacos rischia di essere retrocesso nella seconda divisione greca per aver truccato alcune partite della stagione 2014-2015

Sotto la lente degli investigatori sarebbe finita la partita contro l’Atromitos del 4 Febbraio 2015, vinta 2-1 dal club biancorosso. Oltre all’Olympiacos, sarebbero coinvolte in questa inchiesta ben 28 persone tra cui il presidente del club Evangelos Marinakis che ora rischia la squalifica a vita.

Attualmente primo in classifica con un margine di 14 punti sul PAOK Salonicco, l’Olympiacos rischia ora di pagare carissimo le proprie azioni nel caso in cui dovessero essere confermate le accuse. Il presidente Marinakis, inoltre, sarebbe accusato di essere coinvolto direttamente in ben tre partite truccate.

Inizialmente, la gara con l’Atromitos finì già sotto inchiesta tempo fa, ma allora l’Olympiacos se la cavò con l’archiviazione del caso. Tuttavia, la scoperta di nuove gare truccate ha riportato a galla la questione ed anche l’Atromitos rischia di essere retrocesso in seconda divisione.

La retrocessione sarebbe un duro colpo all’immagine dell’Olympiacos che è il club più vincente d Grecia con ben quarantaquattro titoli in totale. In caso di retrocessione in B, il club biancorosso sarebbe di certo escluso anche dall’Europa Leaguedov’è attualmente impegnato negli ottavi contro il Wolves.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei