F1, Gp d’Azerbaijan 2022: dichiarazioni dei piloti dopo le prove libere

Gp d’Azerbaijan 2022. Giornata positiva per il cavallino nel circuito cittadino di Baku. Leclerc sforna un’altra prestazione di alto livello, arrivando primo al termine delle prove libere. Subito dietro le due Red Bull, quella di Perez davanti a Verstappen terzo. Prima di Sainz s’intromette la sorpresa Alonso sulla Renault, con un ottimo quarto tempo.

Nota dolente è ancora quella di Hamilton, arrivato dodicesimo al traguardo, distanziato di cinque posizioni rispetto al compagno di squadra Russel. Altra sorpresa riguarda Pierre Gasly sull’Alpha Tauri giunto al sesto posto in graduatoria.

Leclerc ha voluto sottolineare i progressi compiuti dalla vettura nel corso della giornata. Un evidente salto in avanti positivo dalla prima alla seconda sessione. I tempi sul giro non sono stati molto significativi, perché nessuno è riuscito a svolgerne uno pulito.

Gp d'Azerbaijan 2022
Charles in pista a Baku Fonte: Leclerc Twitter

Di seguito vi proponiamo le dichiarazioni del pilota monegasco, molto a suo agio con la vettura in pista:

“È stata una giornata concreta: la progressione che abbiamo fatto dalla prima alla seconda sessione è stata significativa ed è figlia del buon lavoro svolto come squadra. I tempi sul giro non sono rappresentativi perché nessuno è riuscito a mettere insieme un giro pulito nella seconda sessione. Credo ci sia ancora un buon margine di miglioramento ma nel complesso il nostro passo è sembrato piuttosto interessante e io mi sono sentito a mio agio in macchina.
Per quanto riguarda le gomme, le sensazioni dopo il long run sono state positive, non abbiamo avuto per niente graining e questo è un altro aspetto importante”.

Il suo compagno di squadra Sainz è tutto sommato soddisfatto delle prove di oggi. Anche lui ha avuto un miglioramento dalla prima alla seconda sessione di prove libere. Problemi con bottoming e porpoising nella prima parte, quindi nella seconda non è riuscito a mettere insieme un giro veloce con le Soft.

Carlos Sainz in pista a Baku. Fonte: Twitter Sainz

Domani proveranno in questa direzione:

“È stata una giornata interessante, come del resto lo è sempre a Baku. La prima sessione non è stata facile perché ho faticato un po’ troppo con bottoming e porpoising e questo non mi ha dato la giusta confidenza.
Nella seconda sessione abbiamo lavorato nella giusta direzione e così siamo riusciti a migliorare competitività e sensazioni. Nel complesso è filato tutto liscio anche se non sono riuscito a mettere insieme un giro veloce con le gomme Soft a causa delle bandiere gialle. Domani cercheremo di fare un altro passo avanti e di avere una qualifica pulita”

Gp d’Azerbaijan 2022, Red Bull tallona alle spalle

Verstappen ha ammesso la superiorità della Ferrari sul giro secco, mentre nel passo gara sembrano nettamente più vicini. Le gomme non destano particolari preoccupazioni, in un circuito cittadino che dovrebbe sottoporle ad un riscaldamento più veloce.

Max Verstappen a Baku durante le prove libere. Fonte: Verstappen Twitter

Leggiamo, di seguito, le sue parole sulla giornata di oggi:

“Nel complesso non è stata una brutta giornata, sembriamo abbastanza competitivi, dobbiamo solo mettere a punto alcune cose. Sono stato un po’ sfortunato con le gomme morbide nelle FP1 e FP2, ho sempre trovato le bandiere gialle e ho dovuto alzare il piede. Sembra che Ferrari sia di nuovo piuttosto veloce sul giro secco mentre nel passo gara sembriamo più vicini e questo è positivo. Le gomme sembrano funzionare bene dopo un giro, il che è positivo per un circuito cittadino. Abbiamo provato a sistemare il DRS dopo le FP1, sembrava andare bene nelle FP2. I miei long run sono andati bene, ho fatto un totale di tre giri [ride]. Dovremmo comunque avere abbastanza informazioni per capire quale direzione prendere”.

Il compagno di squadra non è completamente soddisfatto dell’andamento della vettura in questa giornata. Perez ha sottolineato come ci sono stati dei test al pomeriggio, i cui esiti non sono stati positivi. C’è la possibilità di fare qualche errore di troppo con i freni, perciò predica prudenza e una gran dose di concentrazione.

Sergio Perez in un suggestivo angolo della pista di Baku. Fonte: Perez Twitter

“È stato un buon inizio di giornata, ma nella seconda sessione le cose non sono andate bene, come avremmo voluto. Abbiamo testato qualcosa questo pomeriggio, e i risultati non sono andati come sperato. Ma abbiamo raccolto delle informazioni interessanti, con entrambe le gomme, e nei long runs. Ci sarà molto da verificare questa sera, per poter tirar fuori qualcosa, in vista delle qualifiche di domani. Inizialmente, i dati raccolti sui long run in preparazione della gara, erano buoni. Ma, poi abbiamo trovato molti dettagli, da analizzare al meglio. Mi sento confidente su questa pista. Come sempre, con i freni è possibile fare qualche errore qui. Perciò, testa bassa e tanta concentrazione“

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega