F1 2018, Gp di Abu Dhabi, dichiarazioni di Vettel e Raikkonen dopo le qualifiche

E’ terminata la seconda giornata del Gp di Abu Dhabi, ultima prova del mondiale 2018.

La Ferrari ha disputato un ottima qualifica, con un terzo e quarto posto con Vettel e Raikkonen. Davanti ci sono le due Mercedes, come al solito.

Vettel nel paddock dopo le qualifiche del Gp di Abu Dhabi.
Fonte: Twitter Vettel

E’ mancato lo spunto per competere nel giro secco con le frecce d’argento:

“Non sono sorpreso dal passo delle Mercedes. Le W09 sono state competitive per tutto il fine settimana. Le nostre qualifiche sono state piene di alti e bassi. La Q1 era andata molto bene per noi, mentre la Q2 è stata realistica, Lewis ha fatto davvero un gran giro con le Ultrasoft”.

Comunque il pilota tedesco non ha rammarichi per quanto riguarda la prova, visto che il team ha dato il massimo. Abbastanza sodddisfatto, non è bastato per salire in prima fila, ma comunque si sono visti dei miglioramenti:

“Credo che oggi la monoposto sia andata un po’ meglio oggi, e anche la pista è migliorata rispetto a ieri. Mi sono sentito meglio al volante della monoposto, siamo andati nella giusta direzione e siamo stati in grado di migliorare. Ieri abbiamo provato di tutto, abbiamo visto che le Hypersoft non duravano così tanto dunque eravamo abbastanza sicuri non fossero le gomme giuste. Mi sarebbe piaciuto partire dalla prima fila, ma non è stato possibile. Ma ho detto al team che domani lotteremo al massimo. Nel giorno di gara può accadere di tutto. Abbiamo una buona velocità sui rettilinei, ma ci manca un po’ di carico aerodinamico nel settore finale…”.

Raikkonen entra nell’abitacolo prima del giro di qualifica.
Fonte: Twitter Raikkonen

Il suo compagno di squadra Raikkonen ha voluto commentare in questa maniera l’esito delle qualifiche:

“È difficile dire cosa mi aspettassi, credo che le Mercedes abbiano giocato un pochino, ma vedremo domani. La macchina dà buone sensazioni, però forse ci è mancata un po’ di velocità, in particolare nel terzo settore“.

Parlando delle Mercedes ha voluto puntualizzare come nella prima sessione il distacco era inferiore rispetto all’ultima. Cercherà  di fare del suo meglio e sulle sensazioni riguardo all’ultimo Gp in Ferrari, lui ammette come sia una gara come le altre, senza tradire alcuna emozione.

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega