Formula 1, La posizione di Wolff e Lauda sulla “ruotata” di Vettel

La condotta di Sebastian Vettel nel Gran Premio di Baku ha suscitato molto polemiche e diversi punti di vista. C’è chi infatti si è schierato dalla parte del pilota tedesco e chi contro, rimarcando la ruotata fatta alla Mercedes di Lewis Hamilton.

ANTI SEBASTIAN – Tra quelli che si sono schierati apertamente contro il pilota della Ferrari, c’è di certo Niki Lauda, presidente non esecutivo della Mercedes. Ai microfoni de il Corriere della Sport ha duramente attaccato la condotta di Vettel.

Sebastian è come Michael Schumacher che diceva sempre di non aver fatto nulla di male”. Così ha iniziato Lauda che ha sottolineato come non sempre, quando si commette delle trasgressioni in pista, si riesce a riconoscerle obbiettivamente.

Niki Lauda, presidente non esecutivo della Mercedes, si è detto molto preoccupato per l’attuale momento di forma della Ferrari (foto da: heidelberg24.de)

Vettel però, ha concluso Lauda, dovrà stare attento perché Hamilton potrebbe dargli un pugno, se dovesse accadere ancora una cosa del genere, come successo a Baku.

 

PRO SEBASTIAN – Più pacata è stata, invece, a sorpresa la posizione presa dal direttore sportivo della Mercedez Motorsport, Toto Wolff che ha “giustificato” Vettel dicendo che quando si corre l’adrenalina è sempre molto alta e questo influisce sul comportamento dei piloti.

Non per difendere Sebastian ma credo abbia pensato che Lewis frenava in modo vietato però non era così”. Così ha proseguito Wolff che ha detto che i dati della telemetria fatti sulla macchina di Hamilton confermano che il pilota non ha frenato volontariamente.

Toto Wolff, boss del team Mercedes AMG F1 (foto da: damalibayrak.com)

Wolff ha poi concluso l’intervista confessando che gli piacerebbe confrontarsi con Vettel su quanto accaduto a Baku, per capire il suo punto di vista, comprendere meglio quello che è successo senza incorrere in giudizi troppo affrettati e che potrebbero essere sbagliati.

Due posizioni, come detto, contrastanti, ma che rendono l’idea di come quanto successo a Baku si difficile da interpretare da un solo punto di vista.

 

 

Per conoscere ulteriori sviluppi sulla vicenda ed essere aggiornati su quanto succede nel mondo della Formula 1, continuate a seguire Stadio Sport.