FORMULA 1 | Ferrari in difficoltà anche a Sepang. No al GP in notturna

Fernando Alonso
Fernando Alonso

Neanche il tempo di metabolizzare la prova australiana, che il carrozzone della Formula 1 si trasferisce in Malesia, dove venerdì a partire dalle 3:00 del mattino, ora italiana, prenderanno il via le prove libere della seconda gara stagionale.  Una prova dura non solo per le difficoltà tecniche e gli inconvenienti che ogni tracciato nasconde, ma anche per il gran caldo e l’altissimo tasso d’umidità che attenderà i piloti e i team, in uno degli appuntamenti del calendario più a rischio da questo punto di vista.

Dopo il quinto posto di Melbourne, Fernando Alonso è convinto che anche sul circuito di Sepang la Ferrari troverà grandi difficoltà, correndo in difesa, nell’attesa che arrivi il mese di maggio che porterà nuove soluzioni e, si spera, nuovi miglioramenti. Del resto, che le prime prove del mondiale sarebbero state complicate lo si era capito dalle dichiarazioni dei dirigenti e degli stessi piloti della Rossa settimane prima dell’inizio del campionato. “Correremo in difesa anche in Malesia. Non potrebbe essere altrimenti, visto che la F2012 è praticamente identica a quella che abbiamo utilizzato in Australia”, il laconico commento dello spagnolo a chi gli chiede cosa aspettarsi dalla Ferrari per la gara malese.

Dovremo cercare di adattarla al meglio, sapendo che ci sarà da soffrire. Due i punti su cui dovremo lavorare con grande attenzione: trovare il giusto compromesso sul carico aerodinamico e il degrado degli pneumatici. A Sepang ci sono due veri rettilinei, molto lunghi e un deficit di velocità di punta si paga più a caro prezzo rispetto a Melbourne, dove i due rettifili dove si poteva usare il DRS erano abbastanza corti. Vedremo poi come si comporteranno gli pneumatici Pirelli con temperature elevate come quelle malesi”, questo, in sintesi, il progetto di gara dell’ex campione del mondo che in Malesia ha già vinto due volte, la prima alla guida della Renault, la seconda della McLaren.

Per quanto riguarda Felipe Massa, invece, la Ferrari corre ai ripari dopo le difficoltà incontrate dal brasiliano in Australia e delle quali il pilota di San Paolo si è lamentato durante tutto il week end. Con una nota apparsa sul suo sito, la scuderia del cavallino rampante ha comunicato che nella gara di Sepang la vettura di Massa avrà un nuovo telaio, il numero 294, “destinato a sostituire il numero 293 e ad essere utilizzato dal pilota brasiliano nel secondo appuntamento della stagione, una scelta presa per sgombrare il campo da qualsiasi dubbio relativo ad un rendimento anomalo della vettura durante il weekend dell’Albert Park“.

Nota a margine, infine, per quanto riguarda l’organizzazione del GP della Malesia. Il boss della Formula 1, Bernie Ecclestone, aveva paventato l’idea di far correre la gara in notturna, come avviene a Singapore, per ottenere maggior seguito televisivo, pensando soprattutto al mercato europeo. Risposta negativa degli organizzatori malesi, che non sono d’accordo con il manager inglese, per motivi economici dovuti alla costruzione di impianti di illuminazione e per il forte rischio piogge delle notti malesi: “il circuito non è stato progettato per le corse in notturna e se piove è troppo pericoloso. Gli acquazzoni durante la notte sono frequenti e pesanti, ci potrebbe costringere a interrompere o annullare la gara”, ha sintetizzato l’amministratore delegato del circuito Datuk Ahmad Razlan Razali.

Michele Pannozzo

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus