Foggia, una crisi da scacciare per inseguire il sogno

La situazione a Foggia non è tra le più tranquille con la squadra che vinto una sola partita su 4. 

La stagione del Foggia non è partita nel migliore dei modi e si è rischiato grosso. Addirittura c’era la possibilità che la squadra dovesse ripartire dalla serie C ma, successivamente sono stati assegnati 15 punti di penalizzazione. Dai successivi ricorsi, si è scesi a 8 punti anche se il problema continua a persistere. Con la serie B a 19 squadre, sono saltati ben 18 punti potenziali che pesano sulla penalizzazione.

I rossoneri però erano partiti con la marcia giusta, rifilando un pensante 4 a 2 al Carpi. Da lì però, il nulla più assoluto. I rossoneri hanno staccato la spina e hanno iniziato ad avere difficoltà. Il campionato é in salita e la squadra ha rimediato 3 sconfitte nei 3 match successivi.

Il problema non sono i risultati ma il gioco. Con un gioco fluido e lineare, i risultati primo o poi arriveranno ma quando si fatica ad arrivare vicino l’area avversaria, la situazione si complica. Alcune colpe probabilmente sono del tecnico Grassadonia che però ha poca esperienza e si trova in una situazione difficile. La speranza è che l’andamento dei rossoneri cambi e che, con i rientri di Galano, Iemmello e gli altri, la squadra riesca a trovare la sua quadratura.

La partita di stasera contro il Padova, sarà davvero molto importante e, tra le mura amiche, il Foggia può e deve vincere. Non sono ammessi altri passi falsi e finalmente si rivede Rizzo tra i convocati e chissà, Galano dal 1º minuto.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Teo Carlucci

Informazioni sull'autore
Nato a Foggia il 19/12/1997, studente di Scienze delle Attività Motorie e Sportive all'Università degli studi di Foggia, sono un amante del calcio e dello sport in generale. Tifoso dei colori della mia città e dell'Inter, ambisco a diventare un giornalista sportivo a livello nazionale.
Tutti i post di Teo Carlucci