FIGC, richiesta ufficiale alla FIFA: disponibilità a sperimentare il VAR a chiamata per squadra, il challenge

La Federcalcio con un comunicato ufficiale ha fatto sapere di aver inoltra una richiesta ufficiale alla FIFA per sperimentare il VAR a chiamata, il cosiddetto “challenge”

Nonostante la stagione sia già in corso, la FIGC ha intenzione di cambiare già da adesso il regolamento per quanto riguarda l’utilizzo del VAR. La Federcalcio ha fatto sapere di aver inviato anche una richiesta ufficiale alla FIFA per sperimentare il VAR a chiamata per squadra, chiamato challenge.

In un comunicato ufficiale, la FIGC spiega come l’Italia sia pronta a sperimentare l’utilizzo del challenge. In questo modo, le squadre potranno chiedere all’arbitro della partita di andare all’on field review in caso di errore.

Quante volte potranno chiedere ciò e quando potranno farlo, spiega la FIGC nella nota, sarà deciso dall’Ifab (International Football Association Board, organismo composto da membri Fifa e delle 4 federazioni britanniche), che si riunirà a fine mese.

La FIGC ha preso questa decisione dopo le richieste pervenute nelle ultime settimane da numerose società di Serie A che si sono lamentate dei tanti errori negli ultimi mesi. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, però, è stato il rigore non concesso a Milik in Napoli-Lecce, con il polacco ammonito per simulazione

Nell’attesa che venga presa una decisione, il presidente della FIGC Gravina ha chiesto agli arbitri di intensificare il ricordo all’on field review, richiesta condivisa anche da Nicola Rizzoli, designatore arbitrale di Serie A. Il campionato sta entrando nella sua fase decisiva e c’è il bisogno di abbassare al minimo il margine di errore.

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei