FIGC: Green Pass obbligatorio per i calciatori in Italia

La FIGC pensa all’introduzione del Green Pass obbligatorio per i calciatori professionisti. Chi non avrà la certificazione verde (vaccino, attestato di guarigione da Covid-19 e tampone entro le 48 ore) non potrà giocare.

All’inizio del campionato di Serie A 2021-2022 manca poco meno di un mese e le squadre stanno preparandosi nei rispettivi ritiri per farsi trovare pronte alla nuova stagione che inizierà ufficialmente sabato 21 agosto. Una stagione che, come quella conclusasi appena due mesi fa, si svolgerà, purtroppo, all’interno della pandemia di Coronavirus che, ormai da un anno e mezzo, tiene sotto scacco il Mondo intero.

Green Pass obbligatorio per i calciatori professionisti.
La FIGC pensa all’introduzione del Green Pass obbligatorio per i calciatori professionisti.

Abbiamo imparato, o quantomeno stiamo imparando a destreggiarci, ma la luce in fondo al tunnel ancora non si vede. Solo la presenza dei vaccini ha fortunatamente riportato un po’ di tranquillità nella vita della gente che spera ora di godere, anche durante l’autunno e l’inverno, delle stesse libertà di cui stiamo godendo ora.

Un ritorno al lockdown sarebbe infatti da considerarsi un vero e proprio fallimento per il paese specie dinanzi all’introduzione, da parte del Governo, dell’ormai noto Green Pass che servirà obbligatoriamente ai cittadini, a partire dal prossimo 6 agosto, per accedere a determinati luoghi pubblici come bar, ristoranti, cinema, teatri, palestre, piscine, concerti e stadi.

Un provvedimento, quello dell’obbligatorietà della certificazione verde, che presto potrebbe essere introdotto direttamente anche nel mondo del calcio professionistico. La FIGC infatti, stando a quanto emerso in rete nelle ultime ore, starebbe valutando di concerto con Palazzo Chigi se adottare o meno l’obbligo di vaccino per i tesserati delle squadre di Serie A, Serie B e Serie C.

Al momento non sappiamo se l’obbligo del Green Pass nel mondo del calcio professionistico italiano verrà approvato o meno, ma pare che la direzione sia quella. Ad ogni modo, queste le parole pronunciate ieri a riguardo dal Presidente della FIGC Gabriele Gravina in conferenza stampa:

Il Green Pass deve considerare tutti: non solo i tifosi, anche i calciatori, professionisti e dilettanti. La Figc valuterà di concerto con il Governo se adottare dei provvedimenti di obbligatorietà di vaccino per i tesserati.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
Maturità scientifica. Laurea in Lettere e Filosofia (Indirizzo moderno). Appassionato di scrittura, fotografia e calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi