FIFA-ECA: senza prolungamento contratti oltre il 30/6 i calciatori non potranno giocare fino al termine effettivo della stagione

A causa del prolungamento dei tempi per il termine della stagione calcistica in corso, dovuto all’emergenza Coronavirus, i due organi del calcio mondiali sono arrivati a una soluzione per i calciatori con contratto in scadenza tra pochi giorni.

La stagione calcistica è ripresa in Bundesliga, mentre gli altri campionati europei riprenderanno a stretto giro nelle prossime settimane, visti anche i dati di diffusione del Coronavirus, che evidenziano un rientro nei ranghi dell’emergenza pandemica.

Visto il lungo stop, tuttavia, sono sorti alcuni problemi riguardo i calciatori, nella fattispecie quelli con il contratto in scadenza a giugno 2020.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è FIFA_logo-650x208.png
Logo della Fifa – Fonte: Wikipedia/Fifa

Due giorni fa, in merito a questo, la FIFA e l’ECA si sono riunite per discutere su come debbano essere considerati i calciatori con accordo in scadenza al termine della stagione originario.

L’accordo raggiunto tra le due, alla fine, ha portato a decidere come questi giocatori non potranno scendere in campo oltre il 30 giugno.

Nonostante la straordinarietà dello scenario, infatti, si è deciso di optare per la rigidità del criterio temporale, senza possiblità di proroghe sugli accordi raggiunti a suo tempo tra calciatori e società di appartenenza.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus