F1, Wolff e la Mercedes preoccupati dal calo di Bottas

Pur comandando entrambe le classifiche iridate, vantando un +34 con Lewis Hamilton in quella Piloti nei confronti di Sebastian Vettel e addirittura un +120 in quella Costruttori sulla Ferrari, non è un momento tranquillo in casa Mercedes. Da una parte c’è la pista, con una W08 Hybrid che non ha convinto nelle ultime uscite (Monza a parte), complice anche una rotazione delle Power Unit che induce a non rischiare eccessivamente. Dall’altra c’è il vistoso calo di rendimento di Valtteri Bottas.

Valtteri Bottas, al volante della W08-Hybrid, durante l’ultimo weekend a Sepang (foto da: f1fanatic.co.uk/XPB Images)

Vero che il finlandese ha raggiunto il podio due volte nelle quattro gare seguenti la pausa estiva, arrivando 2° a Monza e 3° a Singapore; ma, soprattutto nei confronti di Hamilton, le sue prestazioni non sono state molto convincenti. Il culmine lo si è raggiunto domenica a Sepang quando, pur guidando anche Hamilton una monoposto assolutamente non perfetta e probabilmente terza forza in pista, l’inglese è riuscito a rifilargli la bellezza di 42 secondi.

Toto Wolff, boss di Mercedes Motorsport, spera di poter recuperare un Bottas al top per questo rush finale della stagione: “Sono preoccupato perché sia io che tutti nel team vogliamo che Valtteri faccia bene. Sembra faticare più di Lewis a sistemare la vettura in questo momento, ad assettarla nella giusta finestra d’utilizzo. Ci sono tanti fattori che giocano un ruolo importante, ma non ho dubbi che con la sua intelligenza possa uscire insieme al team“.

“Abbiamo diverse corse per migliorare e annullare i problemi che abbiamo adesso. I piloti buoni sono capaci di tirarsi fuori dalle situazioni difficili e senza dubbio lo farà anche Valtteri” – prosegue l’austriaco – “Quest’anno abbiamo visto delle prestazioni molto positive da parte sua, vincendo anche due gare. Nelle ultime settimane ha avuto un calo, ma nessuno mette in dubbio le sue qualità“.

Abbiamo una vettura capricciosa, con una finestra operativa molto stretta per far funzionare le gomme” – conclude Wolff – “Far funzionare al meglio le gomme è la chiave della nostra stagione 2017 e di certo anche lo stile di guida gioca un ruolo importante. Lewis è riuscito ad adattarsi meglio ai problemi rispetto a Valtteri, ma cambiare lo stile di guida non è certo una cosa facile. Non lo è per nessuno“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo