F1, Wolff: “Bottas è adatto a prendere il posto di Rosberg”

A meno di tre settimane dal via dei test invernali 2017 a Barcellona, Toto Wolff ha concesso un’intervista a Motorsport.com. Il boss della Mercedes, dopo aver sottolineato di non aver praticamente fatto vacanze tra fine 2016 ed inizio 2017, considera Bottas come un sostituto all’altezza del Campione del Mondo in carica, Nico Rosberg.

Toto Wolff, Mercedes (foto da: corrieredellosport.it)

Non appena siamo tornati da Abu Dhabi, Nico ci ha informati della sua decisione. Per cui non ci sono state vacanze” – sottolinea il manager austriaco – “Non abbiamo avuto tempo per rilassarci e ricaricare le batterie, cominciando subito a lavorare in ottica 2017. Il ritiro di Nico ci ha costretto a prendere decisioni difficili come l’addio di Lowe. Per poter rafforzare la squadra, è fondamentale valutare a dovere chi stai assumendo“.

Sono sicuro che la coppia Hamilton-Bottas funzionerà” – sottolinea Wolff – ” Sono due personalità ben diverse e per noi è stato importante valutare tutti gli aspetti per cercare di sostituire al meglio Nico. Lui aveva un ruolo nella squadra e con Valtteri sarà pressappoco lo stesso. Siamo sicuri che possano lavorare bene insieme e, da quello che ho visto finora, Valtteri si è inserito bene nel team“.

Su Liberty Media: “Per noi, la cosa fondamentale è la pista. Consideriamo la politica un aspetto secondario. Detto ciò, ci sono cose che funzionano ed altre che funzionano meno, o non sono state affrontate, come il digitale. Non è un gioco da ragazzi, è abbastanza difficile. Ma Chase e il suo team sono esperti, e penso che sia una grande occasione per tutti noi di imparare qualcosa che permetterà alla Formula 1 di crescere“.

Cosa ci aspettiamo dal nuovo campionato? Prima di tutto non vedo l’ora di vedere come si presenteranno le nuove monoposto” – conclude Wolff – “Sembrano spettacolari, saranno molto più impegnative fisicamente per i piloti. Ma quando c’è un cambiamento di regolamento così importante ci sono opportunità e rischi. Abbiamo prefissato degli obiettivi aggressivi e ci auguriamo che la nostra monoposto possa permetterci di conseguirli. Al momento è estremamente difficile immaginare quali potranno essere i valori in campo. Bisogna aspettare la pista e i test per cominciare ad emettere qualche giudizio“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo