F1, Toto Wolff: “Non sarei qui senza Ecclestone”

Bernie Ecclestone non è più a capo della Formula 1, dopo 40 anni ed oltre, con il ponte di comando che adesso sarà occupato da Liberty Media, per mano della triade Carey-Brawn-Britches. Toto Wolff loda l’azione del vecchio Ecclestone, ammettendo che senza il suo aiuto lui non sarebbe mai arrivato ai vertici, fino a guidare la Mercedes che da tre anni domina la scena.

Bernie Ecclestone e Toto Wolff a colloquio (foto da: salzburg.com)

Dobbiamo rendere omaggio a Bernie” – dice Wolff a Crash.net – “E’ incredibile riuscire ad essere per 40 anni ai vertici di uno sport. Vide nella Formula 1 il potenziale per portarla ai livelli attuali, ed è riuscito a costruire un impero. Ha avuto una straordinaria capacità di fare affari“.

Per quanto riguarda la mia esperienza personale, posso dire che non sarei in Formula 1 senza Bernie” – continua il manager austriaco – “Mi ha sostenuto nei giorni in Williams e anche se abbiamo avuto alti e bassi una volta in Mercedes, è stato sempre molto amichevole. Abbiamo avuto un buon rapporto, anche se ci sono stati contrasti sul business“.

Conclude Wolff: “Quando riesci a restare al top di un’organizzazione a lungo come ha fato Bernie, è chiaro che questa sarà modellata a sua immagine e somiglianza. E’ riuscito ad essere sempre presente e se ogni tanto scoppiava qualche incendio, o poteva scoppiare, lui era lì a spegnerlo“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo