F1 Messico 2017, Hamilton: “Questo 4° Mondiale è un qualcosa di incredibile”

L’Hermanos Rodriguez si è trasformato nel teatro della festa di Lewis Hamilton. Pur non disputando la gara che avrebbe voluto, finendo in fondo al gruppo dopo il contatto iniziale con Vettel e risalendo poi fino al 9° posto, il nativo di Stevenage ha raggiunto l’aritmetica necessaria per poter liberare tutta la sua felicità. Un traguardo meritato, che gli consente di entrare sempre più nell’Olimpo dei grandi, agguantando proprio Sebastian Vettel ed Alain Prost. Valtteri Bottas, dal canto suo, con una gara al minimo sindacale coglie comunque un 2° posto, pur se disperso da Verstappen.

Per la quarta volta in carriera, Lewis Hamilton si è laureato Campione del Mondo di Formula 1 (foto da: dayafterindia.com)

Ringrazio tutte le persone che mi hanno sostenuto, dalla mia famiglia al team. La Mercedes è stata incredibile nel corso delle ultime 5 stagioni e devo ringraziare loro per tutto” – dice Hamilton – “Io ho fatto tutto il possibile oggi. Credo di essere partito bene, ma poi non so cosa sia successo in uscita di Curva 3. Non credo di essere stato troppo aggressivo nei confronti dei miei avversari. Avevo lasciato lo spazio sufficiente a quelli che mi seguivano. Dopo il pit stop ho cercato di risalire, dando il meglio“.

Non ho certo fatto la corsa che volevo, ma cerco di gestire meglio la pressione. Quando sei 40 secondi indietro non è facile, però non ho mai mollato e questa è stata la cosa importante” – continua l’inglese – “Ho corso con il cuore e l’ho fatto fino alla fine. Devo tutto questo alla mia famiglia, a Dio e al team, ma ho anche gestito tutto in una maniera buona. Tornando alla gara, trovarsi così indietro ai piloti di riferimento è stato davvero orribile, non sapevo in che situazione mi trovassi per quanto riguarda il Mondiale. Ho solo cercato di concentrarmi per recuperare posizioni. Oggi ho provato emozioni molto contrastanti tra loro“.

Sono davvero orgoglioso di fare questo sport e di aver centrato questo quarto titolo iridato” – conclude il pilota Mercedes – “E’ stato bello sventolare la bandiera del mio paese. Spero che chi mi ha guardato farlo sia stato felice e orgoglioso, e lo sia stato anche per i risultati che sono riuscito a ottenere. Ricordo quando ero bambino, guardavo la Formula 1 e sognavo di esserci. E ora, 25 anni più tardi, ci sono. Sono 4 volte campione del mondo ed è una cosa incredibile“.

Così Valtteri Bottas, 2° al traguardo: “Innanzitutto faccio i miei più grandi complimenti a Lewis e anche al team, che ha vinto i due titoli” – ha affermato Bottas sul podio- “Lewis è la persona giusta ad aver vinto il titolo quest’anno, se lo merita. Non è solo talentuoso ma anche un grande lavoratore, e un bravissimo ragazzo.Quindi anche se lottiamo sono felice per lui ma ovviamente vorrei batterlo l’anno prossimo“.

La gara è stata piuttosto ovvia sin dalla partenza. In curva 2 ho visto che Max e Seb erano affiancati, e uno di loro è andato largo, quindi sapevo che in curva 3 ci sarebbe stata confusione” – continua Valtteri, dando la sua spiegazione sulla gara – “Ho deciso così di prendere l’interno, tagliare la curva e avere una buona uscita. In realtà poi non sono accadute molte cose e non siamo stati in grado di lottare con Max. Era troppo più veloce di noi”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo