F1, Marko:” Red Bull non finirà la stagione 2019 con solo tre motori”

Il motore Honda dovrebbe avere ancora qualche problema d’affidabilità, così che i vertici della Red Bull provano a cautelarsi.
Helmut Marko, Red Bull (foto da: derapate.allaguida.it)

Le dichiarazioni sono sempre di profilo basso, soprattutto ora che la Red Bull, dopo 14 stagione assieme alla Renault, ha cambiato partner per la sua Power Unit.

Un accordo con la Honda che è stato siglato a metà 2018, con una durata biennale.  La casa nipponica ha superato le prestazioni di quella francese, secondo quanto è emerso dalle parole dei proprietari del team di Milton Keynes.

Soprattuto Helmut Marko, il consigliere dell’attuale proprietario Christian Horner crede che nel 2019 il team austriaco possa essere messo nel novero dei pretendenti al titolo mondiale:

“Il nostro stato attuale ci rende molto ottimisti, anche per l’aumento delle prestazioni delle power unit. Per la prima volta possiamo anche festeggiare con un ‘party mode”.

Un modo nuovo di sfruttare il motore, con più potenza ma anche più risparmio sulla power unit. Consapevole che i loro avversari, Mercedes e Ferrari, sono ancora avanti, ad un livello elevato che non crede però possa essere migliorato ulteriormente:

“Il motore Honda è già più potente del motore Renault. Se confrontiamo i nostri dati GPS e quelli della Honda, in quanto a potenza saremo già vicini a Mercedes e Ferrari. Chiaramente i nostri rivali non staranno a guardare. Loro sono già a un livello molto alto, per cui non potranno fare sempre enormi passi avanti. Anche se dovessimo essere 10 o 15 cavalli indietro a Mercedes e Ferrari, non avremo grosse differenze rispetto alla situazione che avevamo con Renault quando potevamo correre con i V8”.

In ultima istanza ha parlato di inevitabili problemi d’affidabilità che potrebbero essere presenti in questa prima stagione, ma con la consapevolezza che dovranno essere accettati:

“Siamo consapevoli che probabilmente avremo delle difficoltà per quanto riguarda l’affidabilità. Molto probabilmente non saremo in grado di finire la stagione avendo usato solo 3 motori. Ma se scegli le piste giuste puoi risalire in pochi giri. Questo è il concetto, siamo consapevoli che ci saranno penalizzazioni e le accettiamo, se sarà necessario averle”.

 

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega