F1, Lauda: “La decisione sul sostituto di Nico si è rivelata complicata”

Contrariamente alle attese iniziali, la decisione della Mercedes sul sostituto di Nico Rosberg, che ha abbandonato il Circus all’improvviso, dopo aver trionfato nel Mondiale 2016, non si sta rivelando per niente facile, al punto che l’ufficialità del nome del nuovo pilota da inizio Gennaio potrebbe slittare addirittura alla fine del prossimo mese.

Niki Lauda, in una chiacchierata andata in onda su Servus TV con il connazionale Helmut Marko, ha espresso tutte le difficoltà di questa situazione. “Volevamo trovare la soluzione più veloce possibile” – dice Lauda – “Ma la discussione si è rivelata particolarmente complicata. Possiamo agire in due modi: o prendere un giovane come Wehrlein, che potrebbe esplodere come Verstappen o meno, oppure puntare su un pilota più esperto, com’è Bottas“.

Niki Lauda ed Helmut Marko (foto da: autosnova.com)
Niki Lauda ed Helmut Marko (foto da: autosnova.com)

Marko, replicando, ha chiesto al presidente non esecutivo della Mercedes di aver fiducia dei giovani piloti della Casa della Stella a Tre Punte: “Avete un programma giovani e avete Wehrlein, che è molto quotato. Stando alle nostre informazioni, però, non sarà lui a salire in macchina. Questo significa che non vi fidate del vostro programma junior“.

Il tre volte Campione del Mondo con Ferrari e McLaren ha risposto: “Non è così. Il programma giovani è un programma junior come hai detto te. Serve per far fare esperienza ai giovani. Naturalmente possiamo discutere se Wehrlein sia pronto o meno. Ma voglio ricordarti che Max Verstappen prima lo avevate parcheggiato alla Toro Rosso e lo avete portato in Red Bull solo una volta che Kvyat non ha guidato più bene“.

Questa è la controreplica del braccio destro di Dietrich Mateschitz: “Ok, Wehrlein è molto giovane ma non c’è divertimento senza rischio. Quindi prenderete Bottas e farete alla Williams uno sconto di due cifre sulla fornitura dei motori. Comunque avete un budget di 22 milioni di euro, perché è quello che vi sarebbe costato Rosberg. Ma a questo punto dovete acquistare un posto per Wehrlein in una squadra che ha un motore concorrente“.

Infine, Marko ha sottolineato come l’arrivo del finlandese dovrebbe comportare il passo indietro di Wolff come manager del pilota. Lauda ha risposto così. “E’ stato stabilito prima che Toto diventasse il CEO della squadra. Se Bottas dovesse venire da noi, Wolff non potrà essere più il suo manager“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo