F1, la Ferrari avrà a Barcellona più Supersoft di Mercedes e Red Bull

Il caotico Gran Premio d’Azerbaijan di domenica, con il suo corollario di discussioni e anche polemiche, va in archivio, per fare spazio al quinto appuntamento stagionale. Nel weekend dell’11-13 maggio prossimi, il Circus sarà di scena nell’ormai storico Montmelò, che ospiterà la 48.esima edizione valida per il Mondiale del Gran Premio di Spagna.

Il traguardo del Montmelò di Barcellona, con la pit-lane a destra e la tribuna principale a sinistra, visti dall’ultima curva (foto da: panoramio.com)

Classico primo passo verso il nuovo appuntamento iridato è la pubblicazione da parte della Pirelli della scelta dei piloti riguardanti le mescole da usare nel weekend di Barcellona, nel quale verranno portate Supersoft, Soft e Medium. Cominciando dai tre top team, ancora una volta la Ferrari spicca per aver scelto un maggior numero di treni di pneumatici della mescola più soffice tra le disponibili.

Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen hanno scelto 7 treni di Supersoft, insieme a 4 di Soft e 2 di Medium (come loro Marcus Ericsson (Sauber) e Kevin Magnussen (Haas). Con 6 treni di Supersoft, 4 di Soft e 3 di Medium troviamo i Red Bull, Daniel Ricciardo e Max Verstappen, e i McLaren, Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne.

Scelta più conservativa per Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, con 5 treni sia di Supersoft che di Soft, insieme a 3 di Medium. Stupiscono in casa Williams: ben 10 Supersoft per Sergey Sirotkin (con 1 Soft e 2 Medium), 9 invece per Lance Stroll (con 1 Soft e 3 Medium). Il duo Renault, Nico Hulkenberg e Carlos Sainz, si destreggerà invece tra 8 Supersoft, 2 Soft e 3 Medium.

La coppia Force India, Sergio Perez ed Esteban Ocon, avrà 6 Supersoft, 3 Soft e 4 Medium. Infine, con 7 Supersoft, 3 Soft e 3 Medium troveremo Romain Grosjean (Haas), Charles Leclerc (Sauber) e la coppia Toro Rosso, Pierre Gasly e Brendon Hartley.

Le mescole scelte dai piloti in vista del Gran Premio di Spagna 2018 (foto da: twitter.com)

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo