F1, Irvine su Vettel: “E’ come un bambino viziato”

Eddie Irvine, pilota Ferrari dal 1996 al 1999 (anno in cui sfiorò il titolo), non è mai stato un uomo con i peli sulla lingua. Il nordirlandese ha sempre espresso la propria opinione, anche se scomoda. Così, dalla sua rubrica curata su Motorsport-Total.com, Eddie ha analizzato il personaggio Sebastian Vettel. E non è stato molto tenero…

L’ex pilota della Ferrari, nonchè di Jordan e Jaguar, Eddie Irvine (foto da: magazin.panobcan.sk)

E’ come un bimbo viziato” – dice Irvine – “Era già narciso quando è arrivato in Formula 1; poi l’ammirazione e l’attenzione che sono state riposte nei suoi confronti hanno mostrato la sua personalità arrogante ed egocentrica. Ma tutti noi siamo così. Lo feci anche io, quand’ero in Formula 1. E lo fanno anche Hamilton ed Alonso“.

Per l’ex pilota di Jordan, Ferrari e Jaguar, il paragone tra Vettel e Schumacher non è proponibile, semplicemente perchè Michael era di un altro pianeta. “Non ci sono affatto discussioni. Vettel è un buon pilota, ma Schumacher era di un altro livello” – sottolinea Irvine – “Dopo una brutta gara, Michael avrebbe lavorato con Jean Todt per capire i motivi, i perché di questi problemi. Michael era nato per fare certe cose in monoposto; cose che nessuno è mai stato in grado di replicare. Non è riuscito a farlo nemmeno un pilota superbo come Mika Hakkinen“.

Infine, il 51enne indica le sue preferenze riguardo i piloti attualmente impegnati in griglia: “Vettel, Alonso e Hamilton hanno capacità molto simili. Io personalmente reputo Lewis il migliore. Ma sono solo preferenze personali“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo