F1, il prossimo anno debutterà il GP d’Arabia Saudita

Il Paese arabo farà il suo esordio nel calendario iridato con il cittadino di Jeddah. La gara sarà in notturna

Dopo gli insistenti rumors degli ultimi mesi, adesso è ufficiale. La Formula 1 si espande in Medio Oriente e, ad 11 anni di distanza dal debutto del Gran Premio di Abu Dhabi, il prossimo anno vedrà l’esordio nel calendario dell’Arabia Saudita. Il primo Gran Premio di sempre nello stato arabo si disputerà in notturna, su un cittadino a Jeddah (Gedda in italiano), metropoli di quasi 4 milioni di abitanti sulle rive del Mar Rosso, sita ad 85 km ad Ovest de La Mecca.

L’accordo, sottoscritto tra la Formula 1 e la Federazione Automobilistica e Motociclistica Saudita (SAMF), avrà valenza pluriennale. Il Gran Premio d’Arabia Saudita sarà il 48.esimo nuovo GP della storia della Formula 1, mentre il circuito di Jeddah sarà il 76.esimo circuito ad ospitare un GP valido per il mondiale.

La Formula 1 ha ufficializzato la disputa, a partire dal 2021, del Gran Premio d’Arabia Saudita (foto da: twitter.com)

Come collocazione, pandemia da COVID-19 permettendo, la gara saudita dovrebbe collocarsi l’ultima domenica di novembre (26-28) come penultimo appuntamento stagionale, in back-to-back con Abu Dhabi. Dopo gli stravolgimenti causati dalla pandemia, la stagione 2021 dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) vedere il debutto anche del Gran Premio del Vietnam ad Hanoi, oltre al ritorno del Gran Premio d’Olanda a Zandvoort.

Di seguito, le dichiarazioni dei protagonisti, a partire da Chase Carey, Presidente e CEO dell Formula 1 fino a fine anno, quando poi cederà il posto a Stefano Domenicali.

Siamo felici di dare il benvenuto all’Arabia Saudita in Formula 1 per la stagione 2021 e accogliamo il loro annuncio dopo le speculazioni degli ultimi giorni” – dice Carey – “L’Arabia Saudita è una nazione che sta crescendo rapidamente, diventando un nodo molto importante per lo sport e l’intrattenimento, organizzando molti eventi importanti negli ultimi anni. Siamo contenti che anche la Formula 1 vi correrà dalla prossima stagione“.

L’Arabia Saudita è una regione molto importante per noi e la popolazione, al 70% sotto i 30 anni, rappresenta un bacino dal grosso potenziale, che siamo felici di poter raggiungere” – prosegue il manager statunitense – “Siamo anche contenti di poter consegnare ai nostri fan una gara in una location del genere. Nelle prossime settimane pubblicheremo il calendario provvisorio completo per il 2021, che sarà poi sottoposto al Consiglio Mondiale per l’approvazione“.

Tocca poi al ministro dello sport saudita, sua altezza reale, il Principe Abdulaziz Bin Turki AlFaisal Al Saud: “L’Arabia Saudita sta accelerando e la velocità, l’energia e l’entusiasmo della Formula 1 riflettono al meglio il percorso di trasformazione che il paese sta intraprendendo. Come abbiamo visto negli ultimi anni, le nostre persone vogliono essere al centro dei momenti più importanti dello sport e dell’intrattenimento dal vivo. E non ce ne sono più grandi della Formula 1“.

Non importa in che parte del mondo si svolga. La Formula 1 è un evento che riunisce le persone per celebrare un evento che va ben oltre lo sport” – aggiunge il Ministro dello sport – “Non vediamo l’ora di condividere questa esperienza unica e mostrare Jeddah al mondo. Per molti sauditi questo sarà un sogno che si avvera“.

Infine, ecco le parole di sua altezza reale, il Principe Khalid Bin Sultan Al Faisal, Presidente della Federazione Automobilistica e Motociclistica Saudita: “La giornata di oggi è rivoluzionaria in tutti i sensi. Il Gran Premio dell’Arabia Saudita sarà il più grande evento sportivo mai ospitato nella storia del nostro paese e ha il potenziale per cambiare vite, percezioni e raggiungere nuove platee e comunità come mai prima d’ora. Far gareggiare le icone dello sport e dei team storici in Arabia Saudita, davanti a giovani fan e famiglie, è davvero rivoluzionario“.

Non abbiamo un gran patrimonio in termini di sport motoristici, ma in tempo breve, come federazione, ci siamo guadagnati una solida reputazione nell’ospitare eventi internazionali di livello mondiale come la Formula E e il Rally Dakar” – sottolinea Al Faisal – “L’Arabia Saudita ospita milioni di giovani appassionati appassionati di sport motoristici, molti dei quali staranno già sorridendo e facendo il conto alla rovescia per vedere i loro eroi nel novembre 2021. I nostri progetti ci vedranno portare lo sport ad un numero di persone ancora maggiore di persone, con celebrazioni aperte a tutti che raggiungeranno ogni nostra comunità“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo