F1, GP Monaco 2022: le dichiarazioni dei primi tre classificati

F1, GP Monaco 2022, le dichiarazioni dei primi tre classificati dopo la corsa. Vince Perez: “Un sogno che si realizza”; secondo Carlos Sainz: “Gara folle, ma abbiamo fatto ciò che dovevamo”; Verstappen terzo: “Guardo il bicchiere mezzo pieno”.

Resta parecchio amaro in bocca dopo il GP di Monaco, settima tappa del Mondiale 2022 di F1. La Ferrari, che era riuscita a monopolizzare la prima fila dopo le qualifiche del sabato, esce con le ossa (quasi) rotte dal circuito monegasco, e deve accontentarsi della seconda piazza di Carlos Sainz e della quarta di Charles Leclerc.

Tutta colpa di una strategia sbagliata da parte della “Rossa”, che ha procrastinato troppo la sosta dei propri piloti e, una volta giunto il momento del pit, li ha chiamati contemporaneamente ai box (doveva fermare solo Sainz), costringendo Leclerc a ripartire dalla quarta posizione, dopo una corsa sin lì dominata.

Gongola la Red Bull, che piazza due piloti sul podio e allunga nella classifica costruttori. A vincere è Sergio Perez, bravo a giocarsi per primo la carta del pit stop e a condurre in porto la gara su un circuito in cui superare diventa una vera e propria impresa:

È un sogno che si realizza, da pilota sogni di vincere qui – le parole del pilota Red Bull, riportate da Sportmediaset al termine della corsa – Dopo la gara di casa non c’è altro weekend più speciale di questo. È stata dura alla fine, ho dovuto stare attento a non commettere errori perché Carlos era vicino, però è andata bene. È stata una giornata eccezionale per me e per il mio paese”.

Una giornata eccezionale, che consacra Sergio Perez nell’Olimpo del motorsport messicano. Il pilota della Red Bull ha superato Pedro Rodriguez, pilota che corse anche in Ferrari all’inizio degli anni ’60, per numero di vittorie ottenute in un Mondiale (tre con quello di oggi): “Sono convinto che Pedro sia orgoglioso di me“, ha commentato Perez.

I primi tre classificati sul podio del GP di Montecarlo. Dall’account Twitter F1

Si mastica amaro, in casa Ferrari, per un GP che sarebbe potuto coincidere con una doppietta, e invece si è risolto malamente, tagliando Leclerc fuori dal podio. Il compagno di squadra, Carlos Sainz, difende comunque la strategia del team, che ha scelto di tenerlo in pista fino a montare gli pneumatici slick, una volta asciugatosi l’asfalto:

È stata una gara folle, ma abbiamo fatto tutto ciò che dovevamo – ha detto lo spagnolo -. Proseguire fino a montare le slick è stata la decisione giusta, poi però sono uscito dietro una macchina doppiata e questo ha rovinato i piani. Era la scelta giusta per provare ad andare in testa, però poi ho dovuto fare 12 curve dietro una macchina doppiata e questo mi è costato la vittoria. Va così. Checo ha avuto sfortuna in Arabia, io qui. Graining? Ce lo avevo anche io, l’ingresso nel tunnel era difficile, ci sono andato vicino a provare il sorpasso, ma se avessi frenato ancora più tardi sarei andato fuori sicuramente”.

Giunge terzo al traguardo Max Verstappen. L’olandese appare soddisfatto al termine di una gara che lo vede comunque allungare, in maniera insperata, sul rivale della classifica iridata Charles Leclerc:

Ho fatto il meglio che potevo dopo le qualifiche, la strategia è stata ottima per superare entrambe le Ferrari. È stata una domenica frenetica, ma siamo contenti. Ho aumentato il mio vantaggio in classifica e quindi il bicchiere è mezzo pieno. Era molto semplice commettere un errore oggi, nel complesso è stata una buona giornata. Sono olto contento per Checo, è stato straordinario”.