F1 GP Cina 2017, Vettel: “Probabilmente sono stato poco aggressivo, ma la SF70-H è competitiva ovunque”

Sembrava la volta buona per interrompere un altro digiuno che dura da Singapore 2015, ovvero quello della pole position. Più veloci in FP3, le due SF70-H si erano ripetute anche nella Q1 con Vettel e nella Q2 con Raikkonen. Nel momento decisivo, però, Hamilton ha estratto dal cilindro un giro monstre, con Seb che si è dovuto ‘accontentare’ del 2° tempo, appena un millesimo avanti all’altra W08 Hybrid di Bottas. Questi i commenti del tedesco, espressi ai giornalisti presenti a Shanghai.

Sebastian Vettel, come in Australia, anche in Cina ha colto la prima fila, a sandwich tra le due Mercedes (foto da: freenet.de)

Vettel si dice soddisfatto, anche se crede che avrebbe potuto ottenere qualcosa di diverso, in particolare all’ultima curva: “Vedremo domani quanto sarà stata importante la prima fila centrata oggi, ma ovviamente è stata una bella sessione, mi sono divertito molto. Con la pole mi sarei divertito ancora di più, ma sono comunque stato molto contento del giro che ho fatto. Magari ho perso qualcosa nell’ultima curva, forse sono stato un po’ cordardo frenando un po’ troppo presto. Però sono arrivato molto vicino a Valtteri e a conquistare la prima fila“.

Il quattro volte Campione del Mondo si dice molto contento della sua ‘Gina’: “Penso che la SF70-H sia forte e veloce in ogni condizione. Certo, poi è importante anche quello che fanno gli altri, Mercedes soprattutto. Abbiamo visto anche gli anni scorsi che in qualifica riescono sempre a sfruttare al massimo quello che hanno, mentre noi possiamo ancora migliorare“.

Sulla gara di domani: “Penso che le condizioni saranno molto diverse rispetto ad oggi, ma è prematuro parlarne adesso. Vedremo cosa succederà, visto che potrebbe anche piovere“, ha concluso il ferrarista.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo