F1 GP Austria 2019, le dichiarazioni di Vettel e Leclerc dopo le libere

Il venerdì del Red Bull Ring lascia in eredità alla Ferrari un Charles Leclerc in ottima forma ed un Sebastian Vettel che, invece, deve mettere a posto molte cose. Cominciamo dal monegasco che, dopo il 4° tempo delle PL1, si è piazzato davanti a tutti nella sessione pomeridiana, con il crono di 1:05.086. Sui long run, Leclerc ha fatto molto bene in quello (più lungo) con mescola soft, e dando buone indicazioni anche in quello con mescola medium. Passiamo a Sebastian. Il tedesco, 2° stamattina, ha incontrato ben più difficoltà al pomeriggio. Prima l’errore in curva 10 durante la simulazione di qualifica, che per poco non lo portava a picchiare contro le barriere dove, poco prima, era finito Max Verstappen; quindi, nella simulazione di long run con mescola hard, il passo di Vettel non è stato per niente convincente.

Charles Leclerc si è preso il miglior tempo nella seconda sessione di libere al Red Bull Ring (foto da: twitter.com/ScuderiaFerrari)

Nel complesso, la nostra è stata una giornata molto produttiva, completando molti test riguardanti il set-up” – spiega Charles Leclerc – “Le sensazioni in macchina sono state positive, anche se il vento ha creato non poche difficoltà, soprattutto nelle PL2. In particolare, era difficile prevedere cosa sarebbe successo in curva. Oggi siamo stati veloci, ma faremo di tutto per migliorare domani; come ho fatto in Francia, devo anche concentrarmi sulla messa a punto della monoposto nel modo migliore, in modo da seguire l’evoluzione della pista nelle qualifiche. Penso che per ora ne abbiamo tratto il meglio e non vedo l’ora di vedere cosa succederà domani“.

Così invece Sebastian Vettel: “La mia escursione fuori pista nelle PL2 non ha avuto grosse conseguenze sul nostro lavoro, ad eccezione del fatto che non ho potuto effettuare il long run su mescola soft. Fortunatamente, comunque, sono stato in grado di fermare in tempo la macchina, evitando che finisse contro le protezioni. In generale, posso dire che stiamo provando tante cose e che ci stiamo avvicinando; speriamo domani di far meglio rispetto a oggi. Soprattutto nel pomeriggio il vento ha complicato molto le cose“.

Istantanea dell’errore che per poco non portava Sebastian Vettel contro le barriere esterne di curva 10, nel corso delle PL2 del Red Bull Ring (foto da: twitter.com/F1)

Qui al Red Bull Ring, a dirla tutta, non è che abbiamo portato nuovi aggiornamenti” – continua il tedesco – “Non abbiamo fatto altro che montare le stesse componenti già portate in Francia la scorsa settimana, in modo da capire meglio se siano adatte o meno; e direi che è andata bene. Il nostro bilanciamento in curva è stato positivo oggi, anche se la macchina può essere ancora migliorata. Forse il layout della pista ci aiuta abbastanza, ma rimane difficile. Qui è fondamentale avere un buon feeling in macchina, ed è quello su cui dobbiamo lavorare ora“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo