F1 GP Australia 2022, Risultati Qualifiche: super pole di Leclerc!

Il ferrarista ha ottenuto la pole a Melbourne, davanti alle due Red Bull, a Norris e alle Mercedes. Solo 9° Sainz

La terza pole stagionale è andata a Charles Leclerc, che mette tutti in riga con un 1:17.868 ed ottiene la pole #11 in carriera, la prima della Ferrari in Australia dal 2007. Un deluso Max Verstappen si ferma a 286 millesimi dal rivale, mentre Sergio Perez è in seconda fila (+0.372), assieme al redivivo Lando Norris, su McLaren (+0.835). Terza fila tutta Mercedes, con Lewis Hamilton (+0.957) davanti a George Russell (+1.065), mentre Daniel Ricciardo, McLaren (+1.164), ed Esteban Ocon, Alpine (+1.193), si sistemeranno in quarta fila.

Sabato deludente per i due spagnoli, che scatteranno dalla quinta fila: Fernando Alonso (10°) finisce a muro alla 11 mentre stava completando un ottimo giro (potenziale almeno per la terza fila); la conseguente bandiera rossa viene esposta pochi istanti prima che Carlos Sainz passasse sul traguardo, con un crono ai livelli di quello di Leclerc nel primo tentativo. Nel secondo, lo spagnolo sbaglia alla Waite e deve accontentarsi della 9° piazzola.

Fuori dalla top10, abbiamo in sesta fila Pierre Gasly (AlphaTauri) e Valtteri Bottas (Alfa Romeo); in settima, invece, i rispettivi compagni di box, Yuki Tsunoda (AlphaTauri) e Guanyu Zhou (Alfa Romeo). In ottava fila Mick Schumacher (Haas) ed Alexander Albon (Williams), con Kevin Magnussen (Haas) e Sebastian Vettel (Aston Martin) in nona. Chiudono lo schieramento Nicholas Latifi (Williams) e Lance Stroll (Aston Martin), protagonisti di un incidente in Q1.

F1 GP AUSTRALIA 2022, CRONACA QUALIFICHE

Situazione subito vibrante in pista. Leclerc va subito al comando (1:18.881), seguito a ruota da Verstappen, Sainz ed Alonso; l’olandese, nel secondo tentativo, abbassa di 3 decimi il limite (1:18.580), con Perez in seconda posizione. Dopo gli incidenti in FP3, a 4 minuti e mezzo dalla fine scende in pista Stroll, mentre non sembra esserci nulla da fare per Vettel.

Subito dopo, però, avvicinandosi alla curva Marina c’è un incredibile fraintendimento tra Stroll e Latifi, che si prendono e il pilota Williams finisce a muro. Ovvia bandiera rossa, che però permette a Seb di poter scendere in pista almeno per un tentativo. Arriva la bandiera scacchi: salutano Albon, Magnussen, Vettel e ovviamente i due canadesi.

Il momento del contatto tra l’Aston Martin di Stroll e la Williams di Latifi, in Q1 a Melbourne.

La Q2 inizia con ulteriore ritardo, visto che Albon, rientrando ai box a fine Q1, si ferma poco prima delle ultime due curve. Verstappen approccia con un 1:18.611, 350 millesimi meglio di Perez, scavalcato poi da Alonso; Leclerc è 4° con gomma usata, seguito dalle due McLaren di Norris e Ricciardo, mentre Sainz è 7°. Lungo di Russell in curva 13, mentre Checo va al comando con un ottimo 1:18.340 al secondo tentativo.

Rischio tra Hamilton, nel giro veloce, e Verstappen, nel giro lento, ancora tra curva 5 e 6, mentre Perez viene indagato per non aver rallentato abbastanza in regime di bandiera gialla. Si rilanciano i ferraristi: Sainz fa 1:18.739; Leclerc 1:18.606, rispettivamente quarto e secondo. Scade il tempo: eliminati Gasly, Bottas, Tsunoda, Zhou e Schumacher, mentre Carlos continua a girare, migliora e si porta in seconda posizione, a 129 millesimi dal messicano della Red Bull.

In Q3 abbiamo quindi le due Red Bull, le due Ferrari, le due Mercedes, le due McLaren e le due Alpine. Primo tentativo: Verstappen, con bloccaggio alla penultima curva, fa un 1:18.399; Perez migliora di appena 1 millesimo (1:18.398), mentre doppio giro di riscaldamento per le Ferrari. Leclerc ottiene il miglior tempo provvisorio (1:18.239), mentre è sfortunato Sainz, che becca la rossa provocata dall’incidente di Alonso, a muro in curva 11 dopo aver fatto fucsia nel T2, subito prima del passaggio sul traguardo.

Si riparte dopo lo stop, con il secondo e decisivo tentativo, con i due Mercedes in pista per primi. Perez, dopo aver fatto bene nel T1 e nel T2, perde tanto nell’ultimo tratto e si ferma ad un solo millesimo da Leclerc (1:18.240); Max non è all’altezza del tentativo precedente nei primi due settori, ma riesce comunque ad issarsi in pole provvisoria (1:18.154). Ancora un doppio giro di riscaldamento per la Ferrari: Charles fa fucsia nel T1, verde nel T2 e, con un super T3, si prende la pole, unico a scendere sotto l’1:18 (1:17.868); male invece Sainz, che paga a caro prezzo un errore alla Waite ed è solo 9°.

Così i primi 10 al termine delle qualifiche di Melbourne: Leclerc, Verstappen, Perez, Norris, Hamilton, Russell, Ricciardo, Ocon, Sainz ed Alonso.

Griglia di Partenza Gran Premio d’Australia di F1:

116Charles LeclercFERRARI1:18.8811:18.6061:17.86821
21Max VerstappenRED BULL RACING RBPT1:18.5801:18.6111:18.15421
311Sergio PerezRED BULL RACING RBPT1:18.8341:18.3401:18.24021
44Lando NorrisMCLAREN MERCEDES1:19.2801:19.0661:18.70320
544Lewis HamiltonMERCEDES1:19.4011:19.1061:18.82528
663George RussellMERCEDES1:19.4051:19.0761:18.93326
73Daniel RicciardoMCLAREN MERCEDES1:19.6651:19.1301:19.03222
831Esteban OconALPINE RENAULT1:19.6051:19.1361:19.06123
955Carlos SainzFERRARI1:18.9831:18.4691:19.40822
1014Fernando AlonsoALPINE RENAULT1:19.1921:18.815DNF15
1110Pierre GaslyALPHATAURI RBPT1:19.5801:19.22619
1277Valtteri BottasALFA ROMEO FERRARI1:19.2511:19.41013
1322Yuki TsunodaALPHATAURI RBPT1:19.7421:19.42417
1424Zhou GuanyuALFA ROMEO FERRARI1:19.9101:20.15516
1547Mick SchumacherHAAS FERRARI1:20.1041:20.46519
1623Alexander AlbonWILLIAMS MERCEDES1:20.13511
1720Kevin MagnussenHAAS FERRARI1:20.25411
185Sebastian VettelASTON MARTIN ARAMCO MERCEDES1:21.1493
196Nicholas LatifiWILLIAMS MERCEDES1:21.3728
NC18Lance StrollASTON MARTIN ARAMCO MERCEDESDNF2

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo