F1 GP Abu Dhabi, Vettel: “Nessuna conseguenza dal problema al cambio”

Le libere di Yas Marina hanno condensato gran parte dell’annata di Sebastian Vettel e della Ferrari. Il gran caldo della PL1 ha condizionato negativamente le prestazioni della monoposto, migliorate poi, nella PL2, man mano che le temperature calavano, con Vettel che ha realizzato il 3° tempo, a +0.269 da Hamilton. Quindi, in chiusura, un must del 2016, ovvero il problema al cambio.

Sebastian Vettel, durante le libere di oggi ad Abu Dhabi (foto da: diariomotor.es/STUDIO COLOMBO)
Sebastian Vettel, durante le libere di oggi ad Abu Dhabi (foto da: diariomotor.es/STUDIO COLOMBO)

E’ da quest’ultimo punto che parte l’analisi del tedesco: “Non è l’ideale al venerdì, ma non sono nemmeno preoccupato. Non dovrebbe avere impatti sul nostro weekend“. “Penso sia stato un buon venerdì per noi” – prosegue Sebastian – “Migliore degli ultimi. Stamattina, con la pista molto calda abbiamo sofferto abbastanza. Nel pomeriggio, poi, le cose sono migliorate“.

Nei long run ho fatto fatica con l’anteriore” – sottolinea il ferrarista – “Sono stato forse un pelo troppo aggressivo con le gomme ad inizio stint, ma la macchina mi ha dato buone sensazioni. Penso che il passo sarà buono e la speranza, per le qualifiche, è di confermare quanto di buono fatto oggi. La nostra macchina deve riuscire a qualificarsi dove può e deve stare, in modo da poter fare una bella gara“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo