F1 Giappone 2017, Vettel: “Di norma, siamo più forti la domenica che al sabato”

Qualifiche con luci ed ombre per la Ferrari in quel di Suzuka. Mentre Sebastian Vettel, date le condizioni atmosferiche e della pista, fa probabilmente il massimo, arpionando un crono che, grazie alla retrocessione di Valtteri Bottas, gli vale la prima fila, Kimi Raikkonen non può essere assolutamente felice. L’incidente alla Degner a metà PL3 gli costa la sostituzione del cambio, con conseguenti 5 posizioni di penalità in griglia. In qualifica il finlandese, che commette ancora un errore sempre nello stesso punto in Q1, non trova il feeling giusto e ottiene un 6° posto che, dopo l’arretramento, si trasforma in 10°. Domani, comunque, Kimi partirà con le Soft, avendo superato il taglio della Q2 con questa mescola.

Sebastian Vettel scatterà domani a Suzuka dalla prima fila (foto da: facebook.com/ScuderiaFerrari/)

Non credo sia andata male” – esordisce Sebastian – “La nostra macchina aveva un buon bilanciamento, mancando forse qualcosa come prestazione. Tutto sommato, comunque, è stata una buona giornata e la SF70H dovrebbe andare meglio in gara. Nell’ultimo tentativo della Q3 ho cercato di fare qualcosa in più, ma sapevo che Bottas mi sarebbe stato comunque dietro per la penalità in griglia. Prbabilmente mi sono preso qualche rischio di troppo, ma sono contento, perché domani scatterò dalla prima fila“.

Sulla gara di domani, Vettel si mostra fiducioso: “Non so che tipo di lavoro abbiano fatto in Mercedes stamani, sappiamo solo quello che abbiamo fatto noi. Quest’anno è stato un pò come sulle montagne russe, con alti e bassi. A Sepang non sono parsi molto veloci, ma questo weekend sono tornati alla normalità. Finora quest’anno siamo sempre stati molto vicini e mi aspetto che sia così anche domani. Normalmente noi siamo più forti in gara rispetto alle qualifiche, e spero che ciò si ripeta anche domani“.

Ovviamente deluso Kimi Raikkonen: “Non è mai un bene quando cominci la giornata con un incidente. Da quel momento si è complicato tutto” – spiega il finlandese – “La squadra ha fatto un ottimo lavoro, riuscendo a ricostruire la vettura in tempo per la Q1. Ma non ho avuto ottime sensazioni in qualifica, anche perché non sono riuscito a fare un numero sufficiente di giri. Domani vedremo cosa riusciremo a fare. L’errore di stamattina? E’ uno di quelli capaci di farti perdere confidenza con la pista. E se ciò succede a Suzuka tutto diventa più difficile“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo