F1, Ferrari chiede “pazienza” ai suoi Tifosi per rialzarsi

Dopo il giro a vuoto a Spa, la Ferrari non può più nascondere le sue difficoltà e chiede pazienza ai suoi Tifosi per potersi rialzare da questa situazione decisamente tragica. Una dichiarazione di questo tipo preoccupa ancora di più se teniamo presente che proviene da Mattia Binotto, ovvero colui che afferma a gran voce “Non Chiamiamola Crisi”.

La vittoria di Leclerc nel 2019 a Monza. Fonte: Ferrari Twitter Ufficiale

Ferrari chiede pazienza ai suoi Tifosi

Durante l’intero weekend di Spa la Ferrari si è resa autrice di una performance davvero imbarazzante, non riuscendo a piazzare nessuno dei due validi piloti nel Q3 il sabato e nemmeno nella zona punti durante la gara di domenica. Era da una cinquantina d’anni circa che la Scuderia del Cavallimo Rampante non otteneva un risultato così deludente. Ciò che preoccupa è che sembra che la SF1000 sia affetta da problemi di potenza al motore, quindi alla sua power unit ma anche bilanciata male. Problemi che non sono dunque risolvibili in maniera fulminea. La prossima stagione, inoltre, si correrà con l’auto del 2020, poichè solo poche modifiche sono consentite e per questo c’è il congelamento del motore.

Quanto ci vorrà? – chiede Binotto – Penso che se riguardate ai circoli vincenti del passato noterete che ci si mette sempre un po’ di anni. Non ci sono bottoni magici in Formula 1. Sono richieste stabilità e pazienza“.

Occhio al Futuro

Il team principal della Rossa ha detto che il congelamento motore impedisce di migliorare quest’anno ma la Ferrari è già al lavoro sulla monoposto del prossimo anno. “Quest’anno lo sviluppo del motore è congelato, per cui non c’è niente che possiamo fare al riguardo. Quindi, qual’è il nostro piano? Concentrarci per il futuro, non solo per il 2021 ma anche per la stagione 2022. Di tempo ce ne vorrà sicuramente ma non ci arrendiamo.”

Nel frattempo, la Scuderia ripensa ai bei tempi felici dell’anno scorso, quando Leclerc ha vinto in Italia davanti e per i suoi Tifosi, la cui assenza a causa del Coronavirus è un altro aspetto che renderà il Gran Premio d’Italia un po’ più silenzioso, un po’ più triste e con un rosso molto più sbiadito quest’anno.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Silvia Giorgi

Informazioni sull'autore
Classe 1990, mi sono laureata in Lingue a Bari (ne parlo 4) e appassionata di sport da sempre (ho fatto equitazione per un bel po'). Sin da bambina ho sempre avuto il sogno di diventare una giornalista sportiva. Gli sport che amo di più sono equitazione, pattinaggio su ghiaccio e il motorsport a 360 gradi. Il mio preferito? La Formula 1, ovviamente.
Tutti i post di Silvia Giorgi