F1, comunicato ufficiale Red Bull: a fine anno Ricciardo andrà via

Una notizia bomba ha scosso il paddock della Formula 1, ormai in vacanza in attesa di Spa-Francorchamps. Contrariamente a quanto pensato e scritto da più parti nelle ultime settimane, non vi sarà nessun rinnovo del rapporto tra la Red Bull e Daniel Ricciardo. Con un comunicato diffuso sui propri profili social, infatti, il team di Milton Keynes ha annunciato che l’italo-australiano, a fine campionato, andrà via. Di seguito il testo del comunicato ufficiale Red Bull.

Daniel Ricciardo, vincitore del Gran Premio di Monaco 2018. A fine stagione, le strade sue e della Red Bull si separeranno (foto da: twitter.com/F1)

Entrato a far parte della famiglia Red Bull nel 2008, come membro dello Junior Team Red Bull, con il quale ha vinto molti titoli, Daniel Ricciardo ha debuttato in Formula 1 nel 2011 nel Gran Premio di Gran Bretagna. Dopo due stagioni con la Toro Rosso, Daniel si è unito a noi nel 2014, e finora ha portato al team 7 vittorie, 29 podi, 2 pole position e 904 punti iridati

Queste le prime parole a caldo del team principal Red Bull, Chris Horner: “Rispettiamo pienamente la decisione di Daniel di lasciare l’Aston Martin Red Bull Racing e gli auguriamo tutto il meglio per il suo futuro. Vorremmo ringraziarlo per la sua dedizione e per il ruolo che ha ricoperto, da quando è entrato a far parte del Team nel 2014. Gli aspetti salienti sono chiaramente le sette vittorie e i 29 podi che ha raggiunto finora con noi“.

Continueremo ora a valutare le numerose opzioni a nostra disposizione, prima di decidere quale pilota sarà il compagno di box di Max Verstappen per la stagione 2019” – ha aggiunto Horner – “Nel frattempo, ci sono ancora nove gare rimaste nel 2018, e siamo completamente concentrati a massimizzare ogni opportunità per Max e Daniel da qui alla fine della stagione“.

E adesso? Quest’annuncio a sorpresa può scatenare un vero effetto domino. Innanzitutto per ottenere il sedile rimasto vacante in Red Bull. Rumors del paddock danno per favoriti Pierre Gasly, autore di una buona annata in Toro Rosso e che godrebbe del sostegno di Helmut Marko, e Carlos Sainz, il quale sembrava già destinato alla McLaren ma che può avere ben più di una chance di tornare alla Casa Madre.

La destinazione al momento più calda per il nativo di Perth sembra essere proprio la Renault, dove andrebbe a comporre una coppia niente male con Nico Hulkenberg, ma senza chissà quali garanzie a livello di possibilità di successo, almeno nel breve periodo. Ma attenzione alle decisioni che prenderà la Ferrari in queste settimane e che dovrebbero essere ufficializzate come al solito a Monza.

Prima della scomparsa del Presidente Sergio Marchionne, l’approdo di Charles Leclerc a Maranello sembrava pressoché scontato; adesso, invece, sembra prevalere l’ipotesi di un Leclerc tenuto ancora un anno in Sauber a maturare (qualcuno parla anche di Haas), con Raikkonen che firmerebbe un rinnovo di un anno, forte anche del buonissimo rendimento di questo 2018. C’è però chi avanza anche la candidatura di Ricciardo.

Nel caso, Daniel prenderebbe il posto di Kimi; ciò però aprirebbe domande non da poco sul futuro di Sebastian Vettel, sia in termini di convivenza, guardando al precedente del 2014, sia di permanenza del tedesco, dal 2020. Staremo comunque a vedere. Nelle prossime settimane, infatti, tutti i tasselli dovrebbero andare al loro posto.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo