F1, arriva il turno della McLaren: presentata la MCL33

Nella prima mattina di oggi, anche la McLaren ha presentato la nuova monoposto, la MCL33. Dopo tre anni disastrosi in partnership con la Honda, questa sarà la prima vettura del nuovo sodalizio formatosi nella parte finale del 2017 tra il team di Woking e la Renault. Nobile decaduta da ormai un lustro, la McLaren spera di tornare ad avvicinare le posizioni che competono ad un team di tale blasone.

Presentata stamattina dalla McLaren la nuova MCL33-Renault (foto da: twitter.com)

Svelata con un video diffuso sui canali social del team, la MCL33 presenta il tanto pubblicizzato ritorno alla colorazione papaya, in modo da richiamare i primi anni della McLaren, tra fine anni ’60 e i primi anni ’70. Presente anche il blu dello sponsor Chandon sulla ridotta pinna posteriore, sui flap superiori dell’ala anteriore, sui flap dell’ala posteriore e sui numeri.

Guardando più in generale, è forte la sensazione che sia a Barcellona ma anche a Melbourne vedremo una monoposto diversa. A prima vista, infatti, la MCL33 sembra una leggera evoluzione della precedente, con pance e relative bocche d’areazione molto scolastiche. L’Halo è nero, mentre sono visibili evidenti soffiaggi sul bordo del fondo.

Primi scatti in pista per la MCL33, con Fernando Alonso al volante (foto da: twitter.com/McLarenF1)

Queste le prime dichiarazioni dei protagonisti, a cominciare dai piloti, entrambi mostratisi molto fiduciosi. Comincia Fernando Alonso: “Il mio inverno è sembrato più corto del solito, dato che ho già corso una 24 ore a Daytona e ho fatto diversi test con la Toyota WEC. Comunque non vedo l’ora di tornare al volante di una monoposto di Formula 1” – ha detto l’asturiano – “Guardando la nuova monoposto sono davvero eccitato, ma anche apprensivo. Sono consapevole dell’importanza di questa monoposto per il team, e spero di riuscire a sfruttarne il potenziale nel modo migliore“.

Se riusciamo a sviluppare bene il telaio, il nostro punto di forza del 2017, intrecciandolo al meglio con il nuovo motore Renault, credo che potremo fare un passo avanti. La vettura sembra molto bella e ben fatta e il nuovo colore cattura lo sguardo. Ora non vedo l’ora di tornare a girare in Formula 1“, ha continuato Nando.

Altra immagine della MCL33-Renault (foto da: twitter.com/McLarenF1)

La presentazione della nuova monoposto è sempre uno dei momenti più emozionanti dell’anno” – esordisce Stoffel Vandoorne – “La MCL33 è importante per tutto il team e sappiamo bene cosa ci manca per arrivare al top. Non vedo l’ora di capire, la prossima settimana, quanto sarà competitiva. La mia speranza è quella di cominciare la stagione con una buona base, in modo da poter sviluppare velocemente e con semplicità la monoposto durante l’anno“.

Sarebbe fantastico non avere problemi nelle prossime settimane, così da arrivare a Melbourne fiduciosi sulle nostre possibilità” – ha continuato il promettente pilota belga – “Mi sono allenato duramente per tutto l’inverno e mi sento più pronto e in forma che mai. Credo di aver avuto un inverno molto produttivo e penso che il team abbia progettato una vettura competitiva. Non vedo l’ora di iniziare“.

Visuale dall’alto della McLaren MCL33-Renault (foto da: twitter.com/McLarenF1)

Differente l’approccio di due figure apicali del team, ovvero Zak Brown, CEO del McLaren Technology Group, ed Eric Boullier, racing director del team. Il manager statunitense vede una McLaren pronta a tornare ai vertici: “Vediamo il 2018 come l’anno in cui McLaren tornerà vicina alle posizioni di vertice. Abbiamo un team eccellente, un nuovo partner per i motori come Renault e nuovi sponsor. Il nostro ritorno al color arancio papaya non è stata solo una scelta di cuore, ma dimostra che ascoltiamo i nostri fan“, ha spiegato Brown.

Boullier, invece, ci va con i piedi di piombo: “Il team deve sentirsi orgoglioso di questa monoposto. I dipartimenti progettazione, aerodinamica e design hanno fatto un lavoro incredibile per preparare la nuova vettura installando una nuova power unit in così poco tempo. La MCL33 è una monoposto pulita e ben fatta“.

Non ci facciamo illusioni. Sappiamo che sarà difficile rompere l’egemonia dei team che lottano per le prime posizioni e che la parte centrale dello schieramento vede molti concorrenti agguerriti. Dobbiamo restare umili, ma sento che il team è riuscito a prepararsi bene. Abbiamo due grandi piloti che faranno la differenza in gara“, ha concluso Boullier.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo