F1 2017 Test Barcellona-1 Day-2: è Kimi Raikkonen il più veloce

Al Montmelò si è conclusa anche la seconda giornata di test invernali 2017 della Formula 1. Con un meteo ancora clemente, se si escludono delle raffiche di vento, soprattutto al pomeriggio, è stato Kimi Raikkonen (nonostante fosse febbricitante) ad issarsi in cima alla classifica dei tempi, con un 1:20.960, ottenuto con pneumatici Soft, record ufficioso della pista catalana. Sono solo test, chiaramente, e i tempi sul giro vanno presi con le molle, al netto delle tante variabili in gioco. Ma è interessante notare il fatto che Kimi abbia preceduto, seppur di poco (+0.023), Lewis Hamilton che, sceso in pista al mattino, ha ottenuto il suo crono con le Supersoft.

Kimi Raikkonen ha ottenuto il miglior tempo nella seconda giornata di test a Barcellona (foto da: crash.net)

A completare il podio virtuale ecco Max Verstappen (+1.240), al termine di una giornata più produttiva per la Red Bull rispetto a quella di ieri. L’olandesino precede di un soffio un Kevin Magnussen (+1.244) che ha dato buone sensazioni al volante della Haas VF-17, riuscendo a completare senza problemi la sua simulazione di gara. Giornata positiva anche per Esteban Ocon, 5° con la Force India (+1.549), che precede la Toro Rosso di Daniil Kvyat (+1.996).

In 7° posizione troviamo, quindi, Valtteri Bottas (+2.026), il quale ha concentrato il suo lavoro su una simulazione-gara, interrotta però con un leggero anticipo a causa di uno spavento in uscita dalla Campsa, quando ha perso il controllo della sua W08 Hybrid, rischiando di stamparsi a velocità non irrilevante contro il muro. Scorrendo la classifica, abbiamo Jolyon Palmer con la Renault (+3.179) e il nostro Antonio Giovinazzi (+3.657), accomunati dal fatto di aver perso praticamente tutta la mattinata per problemi sulle rispettive monoposto.

Giornata da dimenticare per McLaren e Williams, anche se per motivi diversi. I guai della MCL32 (tre power unit utilizzate in due giorni) stanno cominciando a far preoccupare seriamente la scuderia di Woking, oltre che ovviamente i piloti e i fan. Rumors di fonte tedesca parlano di un problema al serbatoio dell’olio che non sarebbe di facile soluzione, e i rattoppi apportati dal team non sembrano in grado di evitare perdite e, di conseguenza, lunghe fermate ai box. Stoffel Vandoorne (+4.640), è riuscito a scendere in pista in maniera consistente solo a metà pomeriggio. Per quanto riguarda Lance Stroll (+5.080), dopo aver comunque girato poco, ha pagato a caro prezzo un’uscita alla Campsa a fine mattinata. Avendo danneggiato l’ala anteriore e non avendo il team ricambi, ha dovuto concludere la giornata con netto anticipo.

Passiamo ai giri completati. La palma di stakanovista di giornata va a Kevin Magnussen, con ben 118 giri completati. Il danese precede Raikkonen (108) e Bottas (101). Nel complesso, però, la Mercedes, aggiungendo anche i 66 giri di Hamilton al mattino, ha completato la bellezza di 167 giri senza problemi. Al contrario, con meno giri all’attivo abbiamo ovviamente Stroll (12) e Vandoorne (40), seguiti da Palmer (53). Giovinazzi, infine, ne ha portati a compimento 66.

La classifica e i tempi della seconda giornata di test collettivi a Barcellona (foto da: f1fanatic.co.uk)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo